Aerei troppo cari: i fuori sede siciliani rientrano con gli autobus della Regione

Anche per il ritorno il governo mette a disposizione i pullman con tariffa agevolata

Aerei troppo cari: i fuori sede siciliani rientrano con gli autobus della Regione

PALERMO – Partiranno dalla Sicilia già stasera i primi due pullman messi a disposizione dal governo regionale guidato da Nello Musumeci per consentire ai siciliani fuori sede di poter rientrare, con una tariffa agevolata, nei luoghi di studio o lavoro, al centro e nord Italia.

I bus di proprietà dell’Ast, società della Regione, partiranno da Palermo con destinazione Catania e Messina, poi uno si dirigerà a Napoli e Roma, mentre l’altro direttamente a Milano. Identico tragitto anche domenica e lunedì.

Lo stesso servizio erano stato effettuato alla vigilia di Natale e, in quell’occasione, furono cinque i mezzi utilizzati in tre giorni. “Siamo soddisfatti – dice il presidente della Regione – che all’andata tutto abbia funzionato bene e soprattutto di avere offerto un servizio utile. A causa delle proibitive tariffe aeree, ma anche degli altri mezzi di trasporto, senza la nostra iniziativa molti siciliani non avrebbero potuto trascorrere il periodo festivo con i propri cari”.

L’iniziativa speciale, attivata per l’occasione, ha previsto partenze dalle città di Milano, Roma e Napoli con destinazione Messina, Catania e Palermo, a un costo rispettivamente di 30, 20 e 10 euro. Per ogni corsa si sono alternati tre autisti, assicurando così loro il giusto periodo di riposo.


Correlati