Caro voli Sicilia, al via le tariffe sociali

L.Cil. Il viceministro Cancelleri annuncia la pubblicazione in Gazzetta ufficiale: “Impegno mantenuto”. Fratelli d’Italia: “Il M5s ha fatto copia&incolla del nostro emendamento all’Ars”. FOTO

Caro voli Sicilia, al via le tariffe sociali

CATANIA – “Le Tariffe sociali da e per la Sicilia, in Gazzetta Ufficiale. Abbiamo mantenuto l’impegno”. L’annuncio arriva sui social network dal viceministro per Infrastrutture Giancarlo Cancelleri rendendo di fatto utilizzabile la spesa di 25 milioni di euro per il 2020.

Un passo avanti per colmare la distanza che separa la Sicilia dal resto del Paese in attesa dell’entrata in vigore della continuità territoriale inserita nell’ultima finanziaria con un emendamento dei senatori siciliani di Italia Viva, Valeria Sudano e Davide Faraone.

“Questo è solo il primo gradino verso una normalizzazione del costo dei biglietti aerei. Un tema che non intendiamo mollare. L’obiettivo è quello di renderle operative già prima dell’estate 2020 visto che il problema si ripropone soprattutto per chi vive al Nord e vuole riabbracciare i propri cari, al Sud, per le vacanze estive e natalizie – spiega Cancelleri – Lo sconto sarà del 30% ma non si esclude che, numeri alla mano, possa aumentare col tempo”.

A beneficiarne saranno studenti universitari fuori sede, disabili gravi, lavoratori dipendenti con sede lavorativa fuori dalla Regione siciliana e con un reddito lordo annuo non superiore ai 20 mila euro e i siciliani costretti a migrare per ragioni sanitarie.

In futuro la misura sarà da estendere a tutti i siciliani, non solo a quelli delle categorie “protette”, per non penalizzare nessuno e per non permettere alle compagnie aeree speculazioni su chi è costretto a pagare i biglietti a prezzo pieno così come sottolinea lo stesso viceministro: “La prossima battaglia è la continuità territoriale anche se non sarà facile, non solo per l’Ue ma anche per le eventuali coperture finanziarie che ci vorrebbero per garantire prezzi bassi per tutti i residenti in Sicilia”.

Una iniziativa, quella delle tariffe sociali, che ha il merito di sbloccare una situazione di impasse istituzionale che dura da anni e che oggi il M5s rivendica politicamente a pieno titolo, sollevando le critiche e il sarcasmo del gruppo regionale di Fratelli d’Italia che parla di emendamento “copia&incolla” “portato sui tavoli del Mit”.

“Con l’adorabile proposta del viceministro Giancarlo Cancelleri che prevede la riduzione del costo dei biglietti aerei per i siciliani più svantaggiati, mi è sembrato di rileggere una proposta presentata all’Ars più di un anno fa” risponde piccato il deputato regionale Gaetano Galvagno.

“Il viceministro si è di fatto reso portavoce di un emendamento presentato in Legge di Bilancio nel 2018 all’Ars dal parlamentare regionale in quota Fratelli d’Italia che prevede agevolazioni a lavoratori e studenti fuori sede, nonché ai malati costretti a lasciare l’isola per potersi curare – aggiunge il parlamentare Ars – Resta da capire solo se il viceministro sia stato colpito da una crisi di identità, se è in trattativa per passare in Fratelli d’Italia e nessuno lo sa, oppure se la proposta presentata da Fratelli d’Italia per rispondere alle esigenze dei siciliani è stata ritenuta talmente valida da copiarla, finire sulla scrivania del Mit”.

Twitter: @LucaCiliberti


Correlati