Suicidio in carcere, due indagati a Palermo

Il direttore del penitenziario e uno psichiatra accusati di omicidio colposo per la morte di un 29enne

Suicidio in carcere, due indagati a Palermo

PALERMO – In preda a un disagio psichico, si suicidò impiccandosi in cella nel carcere di Pagliarelli a Palermo. Dopo un anno dalla morte dell’uomo di 29 anni, la Procura della Repubblica ha iscritto nel registro degli indagati la direttrice del penitenziario, Francesca Vazzana e lo psichiatra del carcere Rosario Siracusa. Il sostituto procuratore, Renza Cescon, ipotizza nei loro confronti il reato di omicidio colposo.

L’inchiesta ha avuto impulso dalla protesta della madre e della sorella del giovane, che hanno sempre contestato la mancata adozione di misure di vigilanza appropriate per un soggetto che soffriva di gravi disturbi psichiatrici.


Correlati