Catania, in 11 finiscono in carcere

Furti, rapine, resistenza a pubblico ufficiale e droga: gli arresti della squadra Catturandi. FOTO

Catania, in 11 finiscono in carcere

CATANIA – Undici arresti della polizia di Catania. La squadra Catturandi ha rintracciato e arrestato pregiudicati destinati al carcere dopo la condanna.


Mirko Ventalori, 30 anni, dovrà espiare agli arresti domiciliari la pena di un anno, 6 mesi e 8 giorni per resistenza a pubblico ufficiale.


Salvatore Giuliano Consolo, 23 anni, dovrà scontare in carcere 6 mesi per furto.


Luca Palla, 39 anni, pregiudicato, sconterà in carcere 4 anni e 6 mesi per rapina.


Vincenzo Salamone, 36 anni, dovrà espiare agli arresti domiciliari la pena di 4 mesi per resistenza a pubblico ufficiale.


Valery Aleksandrov Stoianov, 50 anni, destinatario di mandato di arresto europeo, emesso in Bulgaria, sconterà la pena di un anno e 6 mesi di reclusione per furto aggravato e danneggiamento.


Salvatore Lanzafame, 39 anni, pregiudicato, sconterà in carcere 2 anni e 2 mesi per spaccio di droga.


Francesco Patanè, 49 anni, pregiudicato già agli arresti domiciliari, sarà trasferito in carcere per scontare 3 anni e 8 mesi di reclusione per rapina aggravata in concorso e lesioni.


Ismailai Njie, 19 anni, finisce in carcere per inosservanza alle prescrizioni previste dal divieto di dimora.


John Branier Nicotra, 37 anni, sconterà ai domiciliari la pena di 4 mesi e 20 giorni per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.


Antonino Nicolosi, 60 anni, pregiudicato, già agli arresti domiciliari, sconterà in carcere 6 anni e 8 mesi per rapina e ricettazione.


Stefano Bonnici, 43 anni, pregiudicato, sconterà in galera 4 anni e 15 giorni per reati di droga.


Correlati