Via libera al seggiolino anti-abbandono

La morte a Catania del piccolo Leo potrebbe aver accelerato l'iter. Il ministro dei Trasporti firma il decreto che lo rende obbligatorio

La morte del piccolo Leo, 2 anni, dimenticato in auto dal padre nel parcheggio della cittadella universitaria di Catania in una torrida mattina di settembre, potrebbe essere l’ultima o quanto meno potrebbe aver accelerato l’iter per l’entrata in vigore del seggiolino anti-abbandono.
Al via l’obbligo di installazione dei dispositivi anti-abbandono sui seggiolini per i bambini di età inferiore ai 4 anni. Il ministro dei Trasporti Paola De Micheli – informa una nota – ha firmato il decreto attuativo dell’articolo 172 del nuovo Codice della strada per prevenire l’abbandono di bambini nei veicoli. L’obbligo sarà operativo non appena il decreto legge sarà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale nei prossimi giorni.
Si tratta del passaggio conclusivo della legge – spiega la nota del ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture – dopo l’approvazione del Parlamento con il voto di tutti i gruppi politici, il parere favorevole acquisito dalla Commissione europea ed il via libera dei giorni scorsi del Consiglio di Stato.
In considerazione dell’importanza di questi dispositivi, volti a scongiurare eventi tragici come quelli accaduti negli ultimi anni, sono allo studio le modalità per attuare l’agevolazione fiscale prevista per favorirne l’acquisto ed incrementare le relative risorse.

scroll to top
Hide picture