Catania, scuole chiuse anche domani

Continua l’allerta rossa per il maltempo. Grandi disagi alla circolazione ferroviaria, un disperso a Licata: VIDEO. Nubifragio a Messina, cartellone cade in autostrada

Catania, scuole chiuse anche domani

CATANIA – Anche domani le scuole di Catania saranno chiuse, per il secondo giorno consecutivo. “Visto il perdurare dell’allerta meteo rossa – dice il sindaco Salvo Pogliese sui social – ho disposto la chiusura delle scuole per la giornata di sabato 26 ottobre”.

L’ordinanza prevede per domani la chiusura degli edifici scolastici di ogni ordine e grado e l’interdizione delle aree pubbliche potenzialmente a rischio quali parchi e giardini pubblici, mercati e cimiteri. L’apertura della Fiera dei Morti nell’ex mercato ortofrutticolo di San Giuseppe La Rena è rinviata a domenica. Scuole chiuse domani anche a Caltagirone.

SCUOLE CHIUSE IN MEZZA SICILIA. Il maltempo ha colpito la Sicilia già da ieri. La protezione civile ha diramato per stamane un’allerta rossa nella Sicilia orientale e un’allerta gialla in quella occidentale. Scuole chiuse oggi a Catania e in molti paesi dell’hinterland, tra cui Aci Castello, San Gregorio, Gravina di Catania, Pedara, Bronte, Ragalna, Aci Catena, Misterbianco, Biancavilla, Belpasso, Tremestieri Etneo e Paternò. Disposta anche la chiusura dei cimiteri comunali, di villa Bellini, dei parchi pubblici e la sospensione dei mercati rionali e della Fiera dei morti.

Analogo provvedimento anche in numerosi comuni della provincia di Messina: i primi a firmare l’ordinanza sono stati i sindaci di Taormina, Castelmola e Savoca. Raffica di chiusure in tutti gli istituti di ordine e grado anche nelle province di Siracusa, Ragusa, Enna e Caltanissetta.

NUBIFRAGIO A MESSINA, CADE UN CARTELLONE IN AUTOSTRADA. Un nubifragio ha colpito oggi Messina e provincia causando diversi rallentamenti nella circolazione e allagamenti. Il forte vento e la pioggia della notte hanno provocato la caduta di un cartellone sull’autostrada A20 Messina-Palermo, nei pressi dello svincolo di Rometta.

I vigili lo hanno rimosso il cartellone e permesso il ripristino della normale circolazione. Per l’allerta meteo oggi il sindaco Cateno De Luca aveva disposto ieri la chiusura di tutti gli istituti scolastici, le università e di tutti i cimiteri cittadini.

LICATA, GIALLO SULLA SCOMPARSA DI UN ANZIANO. La scomparsa del pensionato licatese di 81 anni non ha nulla a che vedere con l’ondata di maltempo che s’è abbattuta sull’Agrigentino. Quando, a mezzanotte circa, la “bomba” d’acqua è arrivata su Licata (Ag), l’anziano era già scomparso da un paio d’ore e i familiari lo stavano già cercando.

Il corpo non è stato ancora ritrovato. La macchina dell’anziano è stata ritrovata sul ponte Federico II, il luogo da dove il pensionato, che era malato, si sarebbe lanciato nel fiume Salso. Ne sono convinti i carabinieri che, continuano a indagare.

Il fiume Salso, anche dopo la “bomba” d’acqua, non è esondato. L’allarme è scattato quando qualcuno, passando da ponte Federico II, ha visto galleggiare delle ciabatte che erano di proprietà del pensionato, che sono state riconosciute dagli stessi familiari dello scomparso.

Al lavoro, già dalla notte scorsa, si sono messi carabinieri, polizia e vigili del fuoco e Protezione civile. All’alba sono arrivati i sommozzatori dei vigili del fuoco di Palermo che, per cercare il cadavere, stanno scandagliando il tratto del fiume Salso: dall’area di ponte Federico II fino alla foce del corso d’acqua.

DISAGI ALLA CIRCOLAZIONE FERROVIARIA. Le Ferrovie dello Stato hanno diffuso una nota con la quale informano che in base al bollettino meteo diramato dalla Protezione Civile per le abbondanti piogge che stanno interessando la Sicilia, dalle 5 di oggi e fino alla normalizzazione delle condizioni meteo, la circolazione ferroviaria sulle linee Lentini-Caltagirone, Siracusa-Modica-Gela-Canicattì, Canicattì-Caltanissetta e Agrigento-Canicattì è sospesa.

Inoltre, a causa dei danni dovuti al maltempo, la linea Palermo-Trapani, interrotta dalle 19 di ieri, rimarrà chiusa fino alle 12 di oggi. E’ stato programmato un servizio sostitutivo con bus nelle stazioni di Agrigento, Castelvetrano, Catania, Messina, Palermo e Siracusa. Il servizio sarà attivato compatibilmente all’evolversi delle condizioni metereologiche.

Le squadre di tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), composte da oltre 60 addetti, sono al lavoro ininterrottamente da questa notte per presidiare le linee interessate dall’interruzione.


Correlati