“Vitaliano Brancati”: e luce fu…a Librino

di Tonino Demana. Dopo le proteste dei genitori e le lezioni all’aperto degli alunni, il Comune di Catania ha inviato un gruppo elettrogeno nell’istituto comprensivo in attesa di interventi risolutivi

“Vitaliano Brancati”: e luce fu…a Librino

CATANIA – Dopo tre settimane senza corrente elettrica ed altrettante senza tombini, rubati insieme ai cavi di rame dai predatori di metalli, è tornata la luce all’Istituto comprensivo “Vitaliano Brancati” di Librino.

Dopo le proteste dei genitori (l’ultima lunedì mattina davanti a Palazzo degli Elefanti), questa mattina due squadre della Manutenzione comunale sono intervenute per risolvere varie problematiche. Prima di tutto, due operai hanno provveduto a mettere in sicurezza i tombini davanti all’entrata principale; botole tra l’altro presenti nel magazzino della scuola da una ventina di giorni e mai sistemate.

Alle 9.30 è arrivata la corrente elettrica grazie al gruppo elettrogeno che il Comune di Catania ha inviato per tamponare in attesa di interventi definitivi e risolutivi. A mettere ko l’impianto elettrico era stato un fulmine, a fare il resto avevano pensato i predatori di metalli che in più di un’occasione hanno depredato diversi metri di cavi elettrici, lasciando per terra solo le guaine.

Di buon mattina, come promesso nel corso dell’incontro al Comune, i piccoli alunni sono rientrati tutti a scuola e mentre facevano la solita lezione con la luce solare hanno avuto la gradita sorpresa di riavere la corrente elettrica. E luce fu…


Correlati