L’Ars salva Riscossione Sicilia

La società non sarà posta in liquidazione, il debito di 70 milioni di euro sarà spalmato nei prossimi dieci anni

L’Ars salva Riscossione Sicilia

PALERMO – “Riscossione Sicilia è salva! Grazie alla norma presentata dal governo regionale e approvata ieri sera dall’Ars, infatti, la società potrà spalmare, nei prossimi dieci anni, il debito di circa 70 milioni di euro accumulato nelle precedenti gestioni. Con questo intervento legislativo non solo Riscossione non sarà posta in liquidazione, ma potrà essere gestita come società virtuosa”.

Il presidente della Regione, Nello Musumeci, commenta il via libera di Sala d’Ercole alla disposizione contenuta nel disegno di legge cd “collegato”.

“Un percorso – continua il governatore – che è stato possibile attivare grazie anche al nuovo corso avviato dalla governance voluta dal mio governo e guidata dal presidente Vito Branca, che ringrazio insieme a tutto il Consiglio di amministrazione, per l’oculata gestione dell’ultimo anno. Riscossione, in questo modo, riuscirà a diventare una società in grado di operare in modo efficiente”.


Correlati