Catania, il miglior gelato è toscano

Il cioccolato di un pisano vince il primo premio dello Sharbeth festival. Tutti i riconoscimenti

Catania, il miglior gelato è toscano

CATANIA – Il maestro gelatiere Gianfrancesco Cutelli, porta nelle sue due gelaterie di Pisa e Lucca il premio Sherbeth-Procopio Cutò 2019 con il suo gelato al gusto cioccolato. Un ritorno alla tradizione, dunque, che ha conquistato la giuria presieduta da Salvatore Cannavò e composta dalla giornalista Eleonora Cozzella, dalla docente Luisa Torri, dai maestri gelatieri Roberto Lobrano e Ida Di Biaggio e dal “campione uscente” Fabio Solighetto.

Una lunga “camera di consiglio” per stabilire il podio di questa edizione del concorso, caratterizzata da un’altissima qualità dei gelati e professionalità e competenza dei maestri gelatieri. Al terzo posto Simona Carmagnola, della gelateria Pavé gelati e granite di Milano con il suo particolare “Pepe delle Andalimane”; medaglia d’argento per il duo Osvaldo Palermo e Alessandro Fracco, delle gelaterie Fior di Panna che si trovano nel milanese con il gusto “Consistenze”; primo e nuovo detentore del trofeo Francesco Procopio Cutò, come detto Gianfrancesco Cutelli, delle gelaterie De’ Coltelli chiamate così proprio in onore dell’inventore del gelato e che si trovano a Pisa e Lucca. Cutelli ha convinto i colleghi gelatieri e la giuria con un gusto della tradizione, il “cioccolato”.

Quest’anno il premio è stato assegnato, non solo dalla giuria tecnica, ma anche con i voti dei maestri gelatieri. “Ho vinto con il gusto cioccolato, che non è un prodotto toscano, ma io sono di origine siciliane e la Sicilia è la patria del cioccolato in Italia – dice Cutelli – Sono contentissimo perché lo Sherbeth, secondo me, è la più bella manifestazione sul gelato che ci sia al mondo. Il mio consiglio ai giovani maestri gelatieri è quello di assaggiare tanti gelati. Assaggiare quelli dei colleghi più grandi, dei colleghi più esperti, ma anche di quelli che non conoscono. Solo in questo modo potranno riuscire a formarsi un proprio gusto, un proprio stile, una propria idea di gelato”.

PREMIO PROCOPIO CUTO’
Primo classificato – Gianfrancesco Cutelli, gelateria De’ Coltelli, Pisa e Lucca – Cioccolato
Secondo classificato – Osvaldo Palermo e Alessandro Fraccola, Fior di Panna, Milano – Consistenze
Terzo classificato – Simona Carmagnola, Pavé gelati e granite, Milano – Pepe delle Andalimane

PREMI SPECIALI
Premio della critica, Pasticceria Internazionale TuttoGelato – Giuseppe Laterza, Bar gelateria Mincuccio, Palagiano (Ta) – Elisir d’Oriente
Premio popolare – Taila Semerano, Da Ciccio in piazza, Ostuni (Br) – Che fico il sud

MENZIONI SPECIALI
Essere artigiano: Luca e Guido De Rocco, Eiscafé, Schwabach (Germania) – Quando la montagna incontra il mare
Innovazione: Antonino Scarfone, L’officina gelato e bakery, Roma – Zero
Valorizzazione del territorio: Olsi Shero, Arjoli, Valona (Albania) – Profumo d’Albania


Correlati