Cani maltrattati e case (occupate) di lusso

Catania. A Librino residenze abusive negli immobili Iacp: in un garage animali nella sporcizia, in un appartamento pure il televisore in bagno

Cani maltrattati e case (occupate) di lusso

CATANIA – Continuano i controlli della Polizia di Catania nel quartiere di Librino. Particolare attenzione è stata rivolta all’occupazione abusiva degli immobili di proprietà del Comune e dell’Istituto autonomo case popolari che vengono occupati abusivamente eludendo le graduatorie pubbliche.

Un uomo è stato denunciato oltre che per invasione e occupazione di edifici pubblici, anche per maltrattamento di animali: infatti l’indagato aveva occupato abusivamente un garage di proprietà del Comune di Catania e l’aveva adibito a deposito e custodia di due cani costretti a vivere al buio, senza areazione naturale, nella sporcizia, con a disposizione solo acqua putrida da bere.

In viale Pecorino sono state denunciate due donne per aver occupato un immobile di proprietà dell’Istituto autonomo case popolari. Una perquisizione è stata effettuata in casa di un giovane pregiudicato: l’uomo è stato denunciato sia perché trovato in possesso di marijuana sia per aver occupato abusivamente l’immobile dove abita con la propria famiglia.

Inoltre, il nucleo familiare percepiva il sussidio della “Carta Rei”, ma, durante la perquisizione, gli agenti si sono accorti che nell’appartamento, seppur occupato abusivamente, erano in corso importanti lavori di ristrutturazione, con addirittura l’installazione di un televisore in bagno e ottime rifiniture.


Correlati