Asp Siracusa, la prevenzione entra in casa

di Nuccio Sciacca – Dal 1° settembre la campagna di screening oncologico porta a porta prende il via da Palazzolo

Asp Siracusa, la prevenzione entra in casa

Per incrementare l’adesione della popolazione alle campagne gratuite di screening oncologico, il Centro screening dell’Asp di Siracusa di cui è responsabile Sabina Malignaggi consegnerà porta a porta di uomini e donne che rientrano nella fascia di età dai 50 ai 69 anni i kit per effettuare la ricerca del sangue occulto nelle feci.

L’iniziativa, dal titolo “La prevenzione a casa tua: apri la porta”, vedrà il suo avvio il 1° settembre con la collaborazione delle amministrazioni comunali nei comuni di Palazzolo, Buccheri, Avola e Noto grazie alla disponibilità già manifestata dai sindaci e via via sarà estesa a tutti gli altri comuni del territorio.

La consegna porta a porta sarà effettuata da personale dell’Azienda individuabile dal badge aziendale identificativo coadiuvato da operatori messi a disposizione dalle amministrazioni comunali dopo un periodo di adeguata formazione.

“Questa ulteriore modalità di coinvolgimento della popolazione, nello specifico per lo screening del colon retto – spiega il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra – viene messa in campo per la prima volta nel nostro territorio, assieme a tutte le altre iniziative, allo scopo di coinvolgere ancora più direttamente i cittadini di determinate fasce di età raggiungendoli sino a casa al fine di sottoporne a screening il maggior numero possibile”.

“Finora sono state messe in campo numerose azioni a tale scopo e grazie agli sforzi profusi si è assistito a un notevole miglioramento rispetto alla situazione di partenza ma non sono stati ancora raggiunti gli standard nazionali richiesti – continua Ficarra -. Siamo quindi consapevoli della necessità di un sempre maggiore impegno per aumentare l’estensione reale dei programmi di screening per il tumore della mammella, del collo dell’utero e del colon retto e l’adesione della popolazione bersaglio”.

“E in questo, un ruolo determinante lo svolgono i medici di medicina generale coinvolti attivamente, dopo formazione specifica, nell’informare e coinvolgere i propri assistiti. La diagnosi precoce può salvare la vita: è ormai una certezza che la tempestività di una diagnosi e di una terapia appropriata sia fondamentale per ridurre la mortalità per tumore”.

Prossimamente anche negli ambulatori dei medici di famiglia della provincia di Siracusa sarà possibile prenotare gli esami di screening, così come è già possibile prenotarsi anche attraverso la pagina facebook “Screening Asp Siracusa” o telefonando al numero 0931484177 o inviando una email a centroscreening@asp.sr.it.


Correlati