Turista ferito all’isola dei Conigli

Lampedusa. Un uomo di 52 anni si è arrampicato sulla scogliera provocando la caduta di pietre sulla spiaggia sottostante affollata di bagnanti

Turista ferito all’isola dei Conigli

LAMPEDUSA (AGRIGENTO) – Non c’è stata una frana, come si è appreso in un primo momento, ma una caduta di alcune pietre tra l’isola dei Conigli e la Tabaccara, a Lampedusa. A rimanere leggermente ferito è stato un turista di 52 anni.

A raccontare quanto avvenuto è la moglie, contattata telefonicamente: “Mio marito si è arrampicato dal mare nella scogliera per fare delle foto, ma sono caduti dei massi, lui si è spaventato, invece di scendere e salito ancora e si è procurato lievi ferite”.

L’uomo è stato aiutato a scendere dal costone roccioso dove si era arrampicato per lo spavento, dopo la caduta di pietre e terriccio, dai vigili del fuoco del distaccamento di Lampedusa. Era salito sulla scogliera direttamente dal mare, in quella zona con il fondale basso, per scattare delle fotografie. La notizia, ingigantita, ha creato panico tra i tanti bagnanti che si trovavano nella zona della Tabaccara e sulla vicina spiaggia dell’isola dei Conigli, strapiena in questa stagione. I Vigili del fuoco parlano di “piccolo smottamento”.

Il turista sarà molto probabilmente multato. Gli operatori della Riserva sottolineano che è vietato arrampicarsi, allontanarsi dai sentieri, prelevare piante, animali e rocce, nonché avvicinarsi a meno di 100 metri dai costoni rocciosi. Tutto il costone, infatti, è interdetto per rischio frane e c’è la segnaletica di divieto.

PROTEZIONE CIVILE: “EVITARE LE IMPRUDENZE“. “L’incidente occorso al turista in vacanza a Lampedusa ha a che fare con l’imprudenza. Consigliamo sempre di evitare di avventurarsi attraverso sentieri e percorsi impervi e poco battuti affinché una vacanza non si trasformi in uno spiacevole ricordo”, ha detto il responsabile regionale del Dipartimento della Protezione Civile, Calogero Foti. “Durante tutte le operazioni di soccorso il responsabile regionale della Protezione Civile è stato in contatto costante con la Guardia Costiera e i vigili del fuoco, che hanno tratto in salvo l’escursionista, ed il sindaco di Lampedusa Totò Martello.


Correlati