Filippino perde al Lotto e decapita la tabaccaia

Reggio Calabria. Un 43enne in stato di fermo per aver ucciso la donna, il movente sarebbe riconducibile ad un sentimento di vendetta

Filippino perde al Lotto e decapita la tabaccaia

REGGIO CALABRIA – È stato fermato dalla polizia di Reggio Calabria un uomo di 43 anni di origine filippina, Billy Jay Sicat, ritenuto responsabile dell’omicidio di Maria Rota, titolare della tabaccheria brutalmente uccisa nel pomeriggio di martedì. Secondo la ricostruzione degli inquirenti l’uomo, introdottosi nell’esercizio commerciale al momento della chiusura, ha aggredito la donna colpendola con una mannaia.

Il movente sembra essere riconducibile a sentimenti di vendetta: il 43enne, ludopatico, riteneva la vittima responsabile delle sue perdite economiche. Nelle indagini, condotte da squadra mobile e Scientifica, di particolare importanza è risultata la visione delle immagini della videosorveglianza del locale commerciale, acquisite dopo il terribile fatto di sangue che ha sconvolto l’intera città e la comunità filippina.


Correlati