Forzano capannone a Giarre: scatta l’allarme

Una vedetta e quattro ladri arrestati dalla polizia nella frazione Carruba: l'immobile era pieno di liquori. FOTO

GIARRE (CATANIA) – La Polizia ha arrestato Orazio Giovanni Signorelli, 61 anni, Santo Ravasco, 25 anni, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, Rosario Puglisi, 28 anni, Giuseppe Zappalà, sorvegliato speciale di 25 anni, e Gioacchino Orazio Palazzolo, 27 anni, per il furto in un capannone in cui erano custoditi liquori e bevande alcoliche a Carruba di Giarre.
Signorelli aveva avuto il ruolo di vedetta, effettuando continui e ripetuti passaggi per controllare la zona dal possibile arrivo delle forze dell’ordine. Dopo alcune ore, in cui si udivano provenire dal capannone rumori di flex e colpi di martello, è scattato il sistema di allarme dello stabilimento che ha messo in fuga i quattro malfattori che sono riusciti a dileguarsi nelle campagne circostanti.
La macchina guidata da Signorelli, dopo diversi giri nella zona, è stata fermata dagli agenti: i cinque fermati, sottoposti a perquisizione, sono trovati in possesso di svariati arnesi finalizzati allo scasso e telefoni cellulari utilizzati per mettersi in contatto tra loro.

scroll to top
Hide picture