Cane incatenato in auto e arso vivo

L’animale era dotato di microchip, i carabinieri avviano indagine nel Palermitano

Cane incatenato in auto e arso vivo

TRABIA (PALERMO) – Un cane forse un pit bull, è stato legato ad un’autovettura abbandonata a Trabia che è stata data alle fiamme: l’animale è morto arso vivo. Indagano i carabinieri che sono risaliti al proprietario del cane attraverso il microchip. Secondo una prima ricostruzione il padrone la notte teneva l’animale legato all’auto che era abbandonata in quanto il proprietario è in carcere. Su Facebook Salvatore Libero Barone scrive: “Mi chiamano in piena notte. Un povero pit bull dato alle fiamme in provincia di Palermo. Neanche il tempo di vestirmi e lui o lei non respiravano più. Il pit era pure incatenato ad un rottame. Una coppia di ragazzi ha assistito alla sofferenza indicibile di questa ennesima vittima che bruciava lentamente e chissà da quanto. E chissà quanta sofferenza. Hanno provato a liberarlo, ma si sono ustionati anche loro ed ormai era troppo tardi. Sul posto sono poi arrivati anche i vigili di zona, Asp e canile di Trabia”


Correlati