Catania: smontavano moto rubate e spedivano i pezzi in Africa

Diciotto i mezzi nel container nascosto in via Zia Lisa: colti sul fatto, due ragazzi aggrediscono gli agenti 

CATANIA – Smontavano moto, imballavano i pezzi e li spedivano in Africa. La polizia di Catania ha arrestato due extracomunitari, il ventenne maliano Yussif Abdullah e il 23enne ghanese Abdulazizu Mohammed per riciclaggio, resistenza, violenza e lesioni.
Gli agenti hanno fatto irruzione in un’area adibita a parcheggio in via Zia Lisa, dove in un container nascosto hanno trovato svariati motocicli di provenienza furtiva destinati allo smercio nei Paesi africani.
I due ragazzi africani sono stati colti in flagrante mentre smontavano una Ducati di colore rosso. Entrambi si sono scagliati contro i poliziotti, uno dei due brandendo dei cacciaviti, ma sono stati disarmati e ammanettati.
Diciassette le moto parzialmente smontate, privi di targa e imballate, oltre alla Ducati. Tutte rubate, per un valore di svariate migliaia di euro. In ufficio gli agenti sono risaliti ai proprietari dei mezzi.

scroll to top
Hide picture