Catania, al setaccio pure i locali del porto

Mancata tracciabilità degli alimenti e sporcizia: denunciati i titolari di due attività. Rintracciati anche tre ladri

Catania, al setaccio pure i locali del porto

CATANIA – In seguito alla riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza che si è tenuto nei giorni scorsi, il questore di Catania ha predisposto controlli nei locali della zona del porto.

Il controllo ha riguardato in particolare i locali pubblici ricadenti all’interno del porto, che recentemente sono diventati punti di ritrovo di turisti e di giovani, quale “estensione” della movida catanese. Denunciati i titolari di due esercizi commerciali.

In uno dei locali è stata riscontrata l’assenza dei servizi igienici per i lavoratori, l’ingombro da materiali vari dei luoghi di passaggio per il personale e carenza delle condizioni igienico-sanitarie e pulizia dei locali, la mancata tracciabilità degli alimenti, la mancata esposizione della licenza per esercitare l’attività, la mancanza della tabella dei prezzi e la mancata revisione del misuratore fiscale.

Nell’altro locale sono stati accertati la non idoneità dei locali spogliatoi destinati ai dipendenti, la non conformità della porta di accesso nei locali della zona soppalcata rispetto alle misure prescritte dalla norma, il pessimo stato di conservazione dei salumi che, inoltre, erano confezionati con etichetta riportante una data di scadenza non più utile per la consumazione, le pessime condizioni igienico-sanitarie dei locali cucina/laboratorio, la mancata tracciabilità dei prodotti alimentari e la difformità dei locali rispetto alla pianta planimetrica riferita nella Dia Sanitaria.

Inoltre, la Polizia ha denunciato un 35enne, L.D.G., per un furto avvenuto all’interno del porto lo scorso 29 gennaio, quando con un complice, anch’egli denunciato, P.A. di 36 anni, si è introdotto nel porto di Catania per rubare dentro un esercizio commerciale denaro e importanti e costosi macchinari e attrezzature tecniche da lavoro. Grazie alle immagini di video sorveglianza i due sono stati individuati. La Polizia di Frontiera ha anche denunciato di un uomo, S.B., che nel corso dei mesi scorsi si era più volte reso responsabile di furti su semi rimorchi parcheggiati all’interno del porto.


Correlati