Sri Lanka, esplosioni in chiese e hotel: 290 morti

Tra le vittime ci sono 35 stranieri, più di 500 i feriti. Verifica della Farnesina sulla presenza di italiani

Sri Lanka, esplosioni in chiese e hotel: 290 morti

ROMA – Almeno 290 morti e oltre 500 feriti: è il bilancio, ancora provvisorio, delle esplosioni simultanee che hanno colpito oggi, nel giorno di Pasqua, chiese e alberghi dello Sri Lanka. Tra le vittime ci sono 35 stranieri, tra cui cittadini americani, britannici e olandesi.

L’Unità di crisi della Farnesina è al lavoro per effettuare verifiche sulla presenza di italiani. I tre hotel colpiti dalle esplosioni a Colombo sono lo Shangri-La, il Kingsbury Hotel e il Cinnamon Grand.

Colpite anche tre chiese, il santuario di Sant’Antonio, una a Negombo, città a maggioranza cattolica a nord della capitale, e l’altra nella città orientale di Batticaloa. Nel paese dell’Asia meridionale la minoranza cristiana è circa il 7,5% della popolazione.


Correlati