Rapinatore incastrato dallo scontrino

Tremestieri Etneo. Assieme a due complici aveva messo a segno un colpo alle Poste di Canalicchio, fatale l’eliminacode

Rapinatore incastrato dallo scontrino

CATANIA – I carabinieri di Gravina di Catania, coadiuvati dai colleghi della compagnia di Catania Fontanarossa, hanno arrestato il 22enne catanese Giosuè Di Prima che, aiutato da due complici (già arrestati), il 14 ottobre 2015 si introdusse all’interno dell’Ufficio Postale di Tremestieri Etneo in piazza Tivoli dove, armato di taglierino, intimò agli impiegati addetti alla casse di consegnare il denaro contante, impossessandosi di 576 euro.

In sede di sopralluogo, analizzando le immagini registrate dal sistema di video sorveglianza attivo sia all’esterno sia all’interno dell’ufficio postale, si riuscì a fissare le caratteristiche antropometriche di ognuno dei rapinatori.

Ma attraverso uno scontrino di prenotazione che il rapinatore aveva ritirato dalla macchinetta eliminacode, i R.I.S. di Messina sono riusciti a dare una identità all’autore del reato. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso al carcere di Catania Piazza Lanza.


Correlati