Dottoressa aggredita in guardia medica: “Questo posto è come un ring”

A Bagheria una donna si scaglia contro il medico di turno. Che denuncia: “Non mi sono mai sentita sicura”

Dottoressa aggredita in guardia medica: “Questo posto è come un ring”

BAGHERIA (PALERMO) – “Qui è un ring”: queste le amare parole consegnate a Facebook da una dottoressa vittima di un’aggressione all’interno della guardia medica di Bagheria. A renderlo noto è la Federazione dei medici di medicina generale (Fimmg), che torna a chiedere provvedimenti contro chi assale il personale sanitario.

Nel pomeriggio di sabato scorso una donna si sarebbe presentata nella guardia medica in visibile stato di alterazione, accusando il medico di turno, la trentunenne Alessandra Pizzo, di non averle passato al telefono, come da sua richiesta, il pediatra della stanza attigua.

Le minacce iniziali sarebbero velocemente evolute in un feroce attacco verbale, quindi in una aggressione fisica. La dottoressa ha riportato una distorsione con 15 giorni di prognosi e presentato denuncia. Quindi ha consegnato la sua amarezza al web. “Non mi sono mai sentita sicura dentro quella guardia – ha scritto -, spesso sembra un ring piuttosto che un posto di lavoro”.


Correlati