Catania, famiglie coi materassi in strada

Presidio sotto la palazzina occupata di via Calatabiano, in zona Borgo, dopo lo sgombero intimato dalla polizia. FOTO

Catania, famiglie coi materassi in strada

CATANIA – Dopo l’irruzione di venerdì scorso della polizia nell’immobile occupato, in via Calatabiano, in zona Borgo a Catania si è subito mobilitata la solidarietà con un presidio sotto la palazzina al civico 49 con tanto di materassi e striscioni.

“La serenità delle famiglie abitanti, in tutto 36 persone, è stata interrotta venerdì quando alcuni agenti, approfittando dell’apertura del portone di chi usciva per accompagnare i figli a scuola, hanno fatto irruzione nell’immobile e tentato di schedare le famiglie che abitano la palazzina – spiegano i manifestanti – Pare che l’operazione prenda il via dal Decreto Sicurezza, voluto dal ministro degli Interni Matteo Salvini. Ma gli abitanti non ci stanno”. Alla chiamata di solidarietà hanno aderito diverse associazioni e sindacati degli inquilini.

“Si tratta di un palazzo abbandonato da tempo e che da quattro anni ha ripreso vita – racconta Marco – Famiglie piene di buona volontà lo hanno ripulito, sistemato e si sono integrate in quartiere. In una città in cui non si ha un euro in cassa, non si può pensare a buttare le persone per strada, anzi queste esperienze andrebbero replicate”.

Deborah, madre e abitante della palazzina racconta di aver messo i materassi in strada “perché rappresenta la nostra condizione di prima e quella in cui non vogliamo tornare. Ringraziamo tutti quelli che ci stanno mostrando vicinanza, qualche anno fa abbiamo fatto manifestazioni anche con trecento persone, sappiamo di non essere soli”.


Correlati