In volo per tenere d’occhio l’Etna

Sopralluogo di un elicottero della guardia costiera nella zona sommitale: a bordo gli esperti dell’Ingv per studiare le bocche eruttive

In volo per tenere d’occhio l’Etna

CATANIA – Un elicottero AW139 del 2° Nucleo aereo della guardia costiera di Catania ha sorvolato l’Etna, con due esperti dell’Ingv-Oe, Stefano Branca e Luigi Lodato, per un sopralluogo nella zona sommitale del vulcano attivo più alto d’Europa.

Le ottime condizioni meteorologiche hanno consentito di realizzare delle dettagliate osservazione nella banda del visibile e del termico dei crateri sommitali dell’Etna, permettendo di individuare le singole bocche eruttive che caratterizzano l’attività di questo periodo ai crateri Bocca Nuova, Cratere di Nord-Est e Nuovo Cratere di Sud-Est.

Le attività di monitoraggio continueranno anche nei prossimi mesi, sulla base dell’accordo sottoscritto e delle necessità dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia-Osservatorio etneo.


Correlati