Cadavere nel porto di Sciacca

La salma è di un senzatetto romeno di 39 anni: forse è finito in mare per un malore

Cadavere nel porto di Sciacca

SCIACCA (AGRIGENTO) – Si chiama Costantin Gabriel Patriesku e aveva 39 anni il romeno la cui salma è stata recuperata nelle acque antistanti al porto di Sciacca. L’uomo era un senzatetto, trasferitosi a Sciacca da qualche mese, forse alla ricerca di lavoro.

L’identificazione è stata effettuata nella camera mortuaria del cimitero di Sciacca dove, su disposizione del sostituto procuratore Michele Marrone, era stata trasferita già durante la mattinata la salma del trentanovenne.

Non è ancora chiaro – sono in corso indagini dei carabinieri – che cosa sia accaduto: se il romeno sia finito in acqua a causa di un improvviso malore o se, invece, vi sia finito accidentalmente.


Correlati