“Trasporto pubblico a un punto di svolta”

Inaugurato a Catania un parcheggio per 250 auto nell’ex rimessa Amt di via Plebiscito con gli edifici abbelliti grazie alla Street Art. Il sindaco Bianco: “In circolazione 104 autobus”

“Trasporto pubblico a un punto di svolta”

 

CATANIA – “Oggi la situazione delicatissima del trasporto pubblico cittadino è ormai a un punto di svolta”. L’annuncio è del sindaco di Catania Enzo Bianco durante l’inaugurazione stamattina del nuovo parcheggio nell’ex rimessa Amt di via Plebiscito.

“In questo momento – ha affermato Bianco – in città ci sono 104 autobus che stanno girando. Grazie all’aiuto del sindaco di Milano, Giuseppe Sala, abbiamo potuto acquistare 14 bus, usati ma in ottime condizioni. L’altro ieri è stata aggiudicata la gara per l’acquisto di 42 autobus che, uniti ad altri 8 ottenuti grazie al risparmio che abbiamo effettuato, portano il numero dei nuovi autobus a 50. La ditta aggiudicatrice è la Menarini e questo è già stato fatto. Nelle prossime settimane, grazie a un’altra dotazione finanziaria, potremo procedere alla gara per l’acquisto di altri 40 nuovi autobus. Quindi 90 nuovi autobus e 14 usati che contribuiranno a costituire un patrimonio di mezzi in circolazione che l’azienda non ha mai avuto”.

“L’età media dei nostri autobus sarà una delle più basse d’Italia – ha continuato -. Questo ci consentirà di avere non più un servizio dignitoso come oggi ma eccellente al punto di portare Catania tra i primi posti tra le città italiane per quel che riguarda il servizio di trasporto pubblico. Se a questo aggiungiamo la metropolitana, ben ci si rende conto della rivoluzione che abbiamo fatto in questo settore. Un risultato ottenuto grazie ai sacrifici e alla credibilità che l’amministrazione comunale ha conquistato sul campo, grazie alla risorse significative che abbiamo destinato al settore della mobilità, grazie all’impegno del management aziendale e dei dirigenti del Comune, grazie alla dedizione dei lavoratori”.

“La Festa dell’Immacolata – ha poi aggiunto il sindaco di Catania – coincide, oggi, anche con un evento importante perché oggi prende corpo un progetto di vera rigenerazione urbana. Questo luogo è stato per molti decenni il cuore dell’azienda dei trasporti catanese, prima municipale e poi metropolitana. Qui c’erano le officine, qui c’era il cuore pulsante dell’azienda, qui decine e decine di autobus venivano accuditi e riparati, qui centinaia di lavoratori vi hanno operato per anni”.

“Oggi questo posto diventa un’altra cosa, un luogo che in cui si può offrire un’alternativa vera di mobilità sostenibile della città a pochi metri da luoghi significativi della città. Nei pressi dell’ospedale Vittorio Emanuele che presto andrà via e nel mio sogno diventerà uno dei più grandi college universitari del Sud Europa. Insieme a questo, è stata messa in atto una bellissima idea: le facciate di questi immobili sono diventate un luogo in cui si fa arte. Una straordinaria, bellissima esperienza di arte di strada. Dopo i silos del porto, con queste bellissime rappresentazioni, questo diventa uno dei luoghi d’Italia dove si pratica arte di strada in un modo intelligente”.

“Attraverso la realizzazione del parcheggio “R1 AMT” – spiega il presidente di Amt Catania, Puccio La Rosa – la nostra azienda intende rilanciarsi partendo dalla valorizzazione in chiave economica e culturale del proprio patrimonio. In questo senso l’idea di realizzare 250 posti auto, da porre al servizio dello sviluppo economico del territorio, rappresenta anche dal punto di vista simbolico un modo per fare ripartire il rilancio dell’Azienda dal luogo dove storicamente l’idea del trasporto pubblico a Catania ha avuto origine. In particolare il nuovo parcheggio costituirà un utile strumento per sostenere il commercio del centro storico cittadino. La nuova area di sosta a pagamento, infatti, in quest’ottica sarà collegata attraverso i bus della circolare “504 Turistica” con l’intero centro storico e amplierà l’offerta di posti auto nel centro cittadino gestiti da Amt con i parcheggi di piazza Borsellino, via Luigi Sturzo e viale Raffaello Sanzio. La “R1 AMT” non sarà, tuttavia, solo parcheggio ma attraverso il progetto “AMT Art Project” – curato da Giuseppe Stagnitta, coordinato da Angelo Bacchelli e sostenuto dal Sindaco di Catania Enzo Bianco e dal Presidente di AMT Catania Puccio La Rosa – punta a rivalutare il patrimonio di Amt attraverso l’arte e la cultura. In questo senso dall’8 dicembre sarà possibile ammirare le opera realizzate dagli artisti che hanno preso parte all’Emergence Festival – Festival Internazionale di Arte Pubblica – giunto ormai al settimo anno in Sicilia”.

IL NUOVO PARCHEGGIO NELL’EX RIMESSA. Nell’ex rimessa è stato realizzato un parcheggio da 250 posti auto con tariffa oraria, servito da una navetta di collegamento con il centro storico (504 Centro Storico). Le tariffe: di giorno 1 ora 1 euro, 2 ore 2 euro, 3 ore 3 euro, 8 ore 5 euro, oltre le 8 ore e per tutto il giorno dalle 8 alle 20 6 euro. Di notte 1 ora 1 euro, 2 ore 2 euro, 4 ore 3 euro; per soste di oltre 4 ore e per tutta la notte dalle 20 alle 8 3,50 euro.

UN CENTRO CULTURALE. Il rinnovo della vecchia rimessa vuole in questo senso essere anche il segnale visibile della vicinanza ai cittadini che potranno usarla come parcheggio per le auto ma che avranno anche la possibilità di viverla come centro di aggregazione culturale e sociale. La nuova area parcheggio realizzata nell’ex rimessa di via Plebiscito ha, inoltre, ospitato Emergence Festival – Festival Internazionale di Arte Pubblica – giunto ormai al settimo anno in Sicilia, dopo il progetto sui Silos del porto di Catania, è ritornato ritorna a Catania, ormai capitale internazionale della Street Art, per un nuovo importante progetto l’Amt Art Project.

L’iniziativa ha previsto la riqualificazione attraverso l’Arte Pubblica degli edifici siti all’interno della rimessa R1 di via Plebiscito dell’azienda metropolitana trasporti di Catania con artisti di fama internazionale come: CORN79 (Italia), Gomez (Venezuela), Salvo Ligama (Italia),Fabio Petani (Italia), Rasta (Iran) e Seikon (Polonia). Il progetto curato da Giuseppe Stagnitta con il coordinamento di Angelo Bacchelli, ha tra gli obiettivi principali la volontà di far diventare lo spazio dell’Amt un museo a cielo aperto capace di sorprendere, emozionare e comunicare attraverso un’arte di tutti e per tutti.

Questa mattina, sono anche state presentate le iniziative realizzate da Amt in occasione delle Feste Natalizie, con il supporto di ‘Emergenze’, che ha curato il progetto “Amt Art project”, e dell’Associazione Mediterranea Autobus Storici, che è partner di Amt nella campagna natalizia di promozione della cultura della mobilità sostenibile, mirano a migliorare i servizi offerti alla cittadinanza, a contribuire alla crescita del territorio e ad offrire spazi e momenti di aggregazione sociale e culturale.

Sarà avviato il tour che con due autobus storici, intende in occasione del natale coinvolgere bambini e giovani dei diversi quartieri della città di Catania in sinergia con i Consigli delle sei municipalità cittadine e, attraverso gli elementi ed i valori tipici del natale, sensibilizzarli all’esigenza di costruire una città solidale ed accogliente partendo dalla tematica della mobilità. In questo senso i bus utilizzati sono stati trasformati in “Casa del Dono” e “Casa di Babbo Natale” e impiegati, attraverso un attento percorso fra i diversi rioni cittadini per diffondere i predetti messaggi di legalità e solidarietà.

L’immagine di Babbo Natale che viaggia in autobus servirà, inoltre, per raccogliere, da ogni cittadino, piccoli regali da donare in occasione della prossima festività dell’Epifania alle Unità Operative Pediatriche dei presidi ospedalieri della Città di Catania e per contribuire a fare comprendere l’importanza dell’uso del mezzo pubblico nella crescita sociale ed economica del territorio. Per questo in ogni tappa dei mezzi impiegati sarà distribuito materiale divulgativo ed illustrativo e spiegati dai volontari dell’Amas e di Amt Catania, coordinati dal presidente di Amas Giuseppe Nicotra, i temi dell’iniziativa. L’intero progetto, inoltre, è stato finanziato attraverso sponsorizzazioni effettuate dalle Aziende che collaborano con Amt Catania.


Correlati