Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 24 marzo 2017

Pubblicato: 03/06/2013

"Il 10% delle famiglie è in miseria"

Pessimi i dati sull'andamento dell'economia a Palermo e in provincia: Pil in calo del 6%, fatturato delle aziende del 50%, disoccupazione al 19,6%. Helg, presidente della Camera di Commercio: "Le imprese di costruzioni sono le più colpite"

PALERMO - "Negli ultimi quattro anni il pil di Palermo e provincia ha registrato un calo del 6%, il fatturato delle aziende del 50%. Siamo passati al 19,6% di disoccupazione". Il presidente della Camera di Commercio di Palermo Roberto Helg traccia un bilancio dell'andamento dell'economia nel capoluogo siciliano e provincia durante la presentazione dei dati dell'Osservatorio economico della provincia di Palermo nel 2012, realizzato dall'Istituto Tagliacarne.

"Le imprese di costruzioni sono le più colpite - ha sottolineato - Mancano i bandi per iniziative importanti, manca l'uso di fondi regionali per le infrastrutture. Tutto questo ci fa un grosso danno perchè non mette in movimento dei volani che potrebbero esserci di grandi aiuto. E mancano le grandi iniziative sul turismo".

"Il 10% delle famiglie di Palermo e provincia è in miseria. È un dato certo, vero e reale, che anche oggi confermiamo. È uno dei grandi problemi che va affrontato in modo significativo. Faremo proposte ai sindacati e alla politica - ha aggiunto - per vedere, se lavorando insieme riusciremo a fare qualcosa".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.