Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedý, 21 agosto 2017

Pubblicato: 18/04/2013

Catania, approvato il Pua

La variante al Piano urbanistico attuativo Ŕ passata con 23 voti favorevoli: via libera ai progetti di riqualificazione della Plaia con finanziamenti provenienti esclusivamente da privati

CATANIA - Il Consiglio comunale ha approvato, nella tarda serata di ieri, con 23 voti favorevoli, provenienti da tutti i gruppi, e tre astenuti, la variante al Piano urbanistico attuativo (Pua) 'Catania Sud'.

Secondo l'amministrazione il progetto "permettera", con finanziamenti provenienti esclusivamente da privati, la riqualificazione ecocompatibile della Plaia attraverso la valorizzazione delle potenzialità dell'area, con la realizzazione di un sistema integrato di fruizione del litorale, di un parco costiero, una zona turistico-ricettiva, impianti sportivi,verde urbano e parcheggi". La Giunta ritiene che "questi interventi, rappresentano la strategia principale per avviare un processo di sviluppo capace di attrarre investimenti economici, promuovere una crescita economica e sociale, operare con incisività sul processo occupazionale".

"È stata scritta - ha commentato il sindaco Raffaele Stancanelli - una pagina importante per la città di Catania che finalmente garantisce una prospettiva seria di rilancio a una parte importante di Catania che da decenni attendeva un piano serio per l'accoglienza turistica. Ringrazio il consiglio - ha aggiunto il primo cittadino - perchè in questa occasione ha mostrato grande attenzione allo sviluppo della città grazie a un piano improntato alla legalità e alla salvaguardia dell'ambiente, valutando rigorosamente l'interesse pubblico ad adottare questo piano di sviluppo della Plaia, destinata a diventare fiore all'occhiello di Catania".

Lo scorso 27 giugno, i privati che nel 2009 avevano presentato il progetto “Stella Polare”, hanno sottoposto all’Amministrazione Comunale, chiedendo di farla propria, una nuova proposta finalizzata a rispettare le prescrizioni dell’Enac, localizzando in aree più lontane dallo spazio aeroportuale le funzioni non compatibili con il traffico aereo per rendere possibile la realizzazione del Centro Polifunzionale proposto dalla società Stella Polare. Per questo il sindaco Stancanelli, ottenuti tutti i pareri previsti, ha fatto predisporre con massima urgenza la variante al piano precedentemente approvato e ora adottato dal consiglio comunale.

Il Centro Polifunzionale, da realizzare in un’area di circa 1.200.000 mq in dettaglio prevede l’inserimento di diversi elementi attrattori in un unico complesso urbanistico integrato:il Palazzo dei Congressi,il Palazzo delle Esposizioni,l’Acquario e il Parco divertimenti.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.