Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 27 giugno 2017

Pubblicato: 28/08/2008

Scoperta maxi evasione fiscale

Dalle indagini della Guardia di Finanza è emerso che dal 2002 una ditta del Palermitano ha totalmente evaso le imposte. Ed inoltre aveva più di 130 dipendenti in nero

PALERMO - I finanzieri del comando provinciale di Palermo hanno scoperto oltre 130 lavoratori in nero iscritti nel libro matricola di un'impresa di Santa Flavia (Palermo), in realtà mai assunti. Si tratta prevalentemente di immigrati.

Dalle indagini è emerso che dal 2002 la ditta ha totalmente evaso le imposte e non ha mai versato i contributi previdenziali ai dipendenti.

Denunciato il titolare, V.L. Secondo gli investigatori, l'impresa fungeva da "cartiera" per altre ditte del Nord Italia (Veneto, Emilia Romagna, Trentino Alto Adige, Lombardia, Toscana): era stata cioè costituita per emettere fatture per operazioni inesistenti al fine di consentire loro la detrazione dell'Iva e la realizzazione di costi fittizi.

L'evasione fiscale ammonterebbe a circa 4 milioni di euro. I contributi previdenziali non versati ammonterebbero a 800.000 euro.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.