Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 23 settembre 2017

Pubblicato: 18/03/2013

Etna, disperso un 17enne cinese

Il ragazzo Ŕ introvabile da domenica, l'autista di un pullman di linea ricorda di averlo visto arrivare. Le ricerche, partite da Rifugio Sapienza fino ai crateri sommitali del vulcano, non hanno avuto esiti positivi e riprenderanno domani LA FOTO

NICOLOSI (CATANIA) - C'e allarme sull'Etna per la scomparsa di un 17enne cinese introvabile da ieri, quando Ŕ andato a fare un'escursione sul versante Sud del vulcano. L'allarme Ŕ stato lanciato la notte scorsa dai genitori, entrambi orientali, dopo il suo mancato rientro a casa.

Stamattina all'alba sono scattate le ricerche, a quota 1.00 metri, nella zona del Rifugio Sapienza dove ieri un autista di autobus di linea, partito da Catania dove abita la famiglia del minorenne, ha detto di averlo visto arrivare, a bordo del pullman, ma non rientrare. Il diciassettenne era vestito in maniera non adeguata al freddo e al forte vento presenti in alta quota. Appelli al ragazzo, che frequenta un liceo scientifico di Catania, a rientrare a casa Ŕ stato lanciato da alcuni suoi compagni di classe e amici su Facebook.

Le ricerche, che si sono estese anche ai crateri sommitali e alla Valle del Bove, hanno, fin'ora, avuto esito negativo, e sono state sospese con l'arrivo del buio. All'operazione hanno preso parte 20 tecnici del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico delle stazioni dell'Etna e altri 20 soccorritori di vigili del fuoco, soccorso alpino della guardia di finanza di Nicolosi, forestale e polizia. I soccorritori riprenderanno le ricerche domani all'alba.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.