Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedì, 27 aprile 2017

Pubblicato: 26/02/2013

Catania snobba "Gargamella"

Solo il 17% per il centrosinistra alla Camera, la città etnea si schiera con Berlusconi (36%) e Grillo (33%). Distanze più ridotte a Palermo

Catania non considera Bersani. I voti provinciali per la Camera (563.000 nella provincia) premiano con il 36% (più di 200 mila preferenze) la coalizione di Berlusconi, seguita col 33% dal Movimento 5 stelle. Solo il 17% per il centrosinistra, mentre Monti arriva al 7% e Ingroia al 3%.

Ancora più alto il consenso per Berlusconi al Senato: lo ha votato il 38% dei catanesi. Grillo al secondo posto con il 30%. Va un po' meglio la coalizione di Bersani, che raggiunge il 22%. Solo il 5% per Monti.

Distanze più ridotte a Palermo, dove per la Camera hanno votato 614 mila elettori. Il centrodestra prevale con il 32,5%, il Movimento 5 stelle è appena dietro con il 31,5%. Alle loro spalle il centrosinistra con il 22% e la coalizione di Monti con l'8%.

Al Senato la forbice si allarga: 34% per Berlusconi e 28% per Grillo. Bersani sale al 27%, mentre Monti non supera il 5% e Ingroia si ferma al 3%.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.