Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedì, 27 aprile 2017

Pubblicato: 26/02/2013

Camera: gli eletti in Sicilia

La ripartizione dei 52 seggi delle due circoscrizioni, occidentale e orientale: 17 in totale al Pd, 16 al Movimento 5 stelle, 11 al Pdl. All'interno i nomi

PALERMO - Allo stato attuale, secondo i dati ufficiosi, i 52 seggi nelle due circoscrizioni della Camera in Sicilia 1 (Palermo, Trapani, Agrigento, Caltanissetta) e Sicilia 2 (Catania, Enna, Messina, Ragusa e Siracusa) sono così ripartiti: Sicilia 1: 5 al Pdl (Angelino Alfano, Saverio Romano, Dore Misuraca, Gabriella Giammanco, Alessandro Pagano); 1 a Fratelli d'Italia (Giampiero Cannella); 8 al Pd (Pierluigi Bersani, Magda Culotta, Angelo Capodicasa, Luigi taranto, Marco Causi, Davide Faraone, Daniela Cardinale, Teresa Piccione. Nel caso Bersani optasse per un altro collegio, subentrerebbe come primo dei non eletti Franco Ribaudo); 1 a Sel (Laura Boldrini. Primo dei non eletti Erasmo Palazzotto); 8 al Movimento Cinque Stelle (Riccardo Nuti, Giulia Di Vita, Chiara Di Benedetto, Loredana Lupo, Azzurra Cancelleri, Claudia Mannino, Giuseppe Lo Monaco, Giovanni Di Caro); 1 Scelta Civica (Gea Schirò); 1 Udc (Giampiero D'Alia. Primo dei non eletti Ferdinando Adornato), per un totale di 25 seggi.

Sicilia 2: 6 al Pdl (Antonio Martino, Stefania Prestigiacomo, Giuseppe Castiglione, Antonio Minardo, Basilio Catanoso, Vincenzo Garofalo); 1 a Fratelli d'Italia (Ignazio La Russa); 9 al Pd (Flavia Piccoli Nardelli, Giuseppe Berretta, Francantonio Genovese, Giuseppe Lauricella, Fausto Raciti, Giuseppe Zappulla, Maria Gaetana Greco, Luisella Albanella, Maria Tindara Gullo); 1 a Sel (Laura Boldrini. Primo dei non eletti Sofia Martini); 8 al M5S (Giulia Grillo, Tommaso Currò, Maria Marzana, Marialucia Lorefice, Francesco D'Uva, Gianluca Rizzo, Alessio Villarosa, Filippo D'Amico); 1 a Scelta civica (Andrea Vecchio), 1 all'Udc (Giampiero D'Alia. Primo dei non eletti Giovanni Pistorio) per un totale di 27 seggi.





Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.