Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 24 marzo 2017

Rotazioni alla Regione, tocca ai Beni culturali
L'assessore Valenti: "Dobbiamo agire"

Annunciato un ddl per semplificare e snellire l'attività amministrativa: "Favoriremo le iniziative imprenditoriali bloccate dall'iter burocratico"

PALERMO - Dopo i dipartimenti Formazione, Ambiente e Territorio, anche dirigenti e funzionari dei dipartimenti Acqua e Rifiuti, Energia e Attività produttive saranno spostati. Valenti ha annunciato che anche il personale dei Dipartimento dei Beni culturali sarà sottoposto a rotazione. L'assessore regionale alle Autonomie locali, Patrizia Valenti: "I tempi sono dettati dalle esigenze dei diversi rami dell'amministrazione, ciascun dirigente individuerà criteri e procedure".

"Sicuramente servirà un po' di tempo perché la macchina amministrativa possa funzionare a pieno ritmo". A proposito delle critiche di alcuni deputati dell'opposizione secondo cui i trasferimenti del personale ha fatto sprofondare la macchina burocratica nel caos, Valenti spiega che "queste critiche c'erano anche prima e comunque dobbiamo agire".

La Regione siciliana pensa di elaborare entro marzo un ddl per semplificare e snellire l'attività amministrativa, mentre ha già costituito un ufficio per il monitoraggio dei tempi per il rilascio delle autorizzazioni. "L'ufficio si occupa - ha detto l'assessore regionale alle Autonomie locali, Patrizia Valenti, in conferenza stampa, a Palermo - di monitorare le autorizzazioni che riguardano più rami dell'amministrazione, per verificare che il rilascio avvenga nei tempi previsti dalla legge". Valenti ha poi aggiunto: "Troppe volte le iniziative imprenditorali subiscono un blocco, il Ddl di delegificazione servirà a snellire le procedure".

"Stiamo studiando l'ipotesi di commissariamento degli Ato, non dei singoli Comuni". L'assessorato regionale all'Energia, in accordo con le Autonomie locali, lo scorso 2 febbraio, ha trasmesso agli enti locali una circolare che fissava al 15 di questo mese il termine ultimo per l'adozione di atti costitutivi e Statuti delle Srr, pena il commissariamento. "Si è svolta una riunione pochi giorni fa - ha aggiunto la Valenti - alcuni Comuni sono in difficoltà. Con l'assessore Marino stiamo lavorando per trovare soluzioni".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.