Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 24 novembre 2017

Alfano incontra Cascio: "Rilanciare Pdl in Sicilia"

Riunione nella sede nazionale del partito: "Puntare alle forze dell'Isola per il risultato della coalizione di centrodestra alle prossime politiche"

ROMA - "Questa mattina, presso la sede nazionale del Pdl si è tenuto un lungo, cordiale e proficuo incontro fra il segretario Angelino Alfano e il presidente Francesco Cascio. L'incontro ha confermato il grande rapporto di amicizia e stima personale ed è servito per rilanciare ulteriormente il rapporto politico e l'unità di intenti fra il segretario nazionale e l'esponente del Pdl siciliano. Un rapporto che guarda in proiezione al futuro, anche prossimo, che vedrà il Pdl affrontare una importante campagna elettorale in cui la Sicilia, e il Pdl siciliano, saranno fondamentali per il risultato della coalizione di centrodestra a livello nazionale". Lo afferma una nota del Pdl.

"Alfano e Cascio - si legge nella nota - sono certi che la Sicilia offrirà al centrodestra, e al Pdl in particolare, un ottimo risultato, grazie al quale si potrà guardare avanti con serenità, per rilanciare nell'isola i valori dei moderati e Cascio, in questa prospettiva, avrà un ruolo fondamentale. Alfano ha chiesto a Cascio di impegnarsi a fondo nel rafforzamento del partito per rappresentare al meglio le necessità della Sicilia e dei siciliani, anche in vista delle sfide elettorali che si terranno anche nel mese di maggio 2013".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.