Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 21 luglio 2017

Piazza Affari apre in calo dopo l'addio di Monti

Le notizie politiche del fine settimana influenzano le borse. L'indice Ftse Mib segna un -2,34% e lo spread con i bund tedeschi balza a quota 356 punti

MILANO - Apertura di settimana in forte calo questa mattina per Piazza Affari, dopo le attese per la situazione politica italiana, all'indomani della decisione di Silvio Berlusconi di tornare nuovamente in campo, la crisi di governo e le conseguenti dimissioni annunciate dal premier Mario Monti.

L'indice Ftse Mib, alla prima rilevazione, segna un -2,34% a quota 15.331 punti, mentre l'Ftse Italia All Share cede il 2,17% a 16.211 punti. In calo anche l'Ftse Star, che lascia sul terreno lo 0,94% a quota 10.450 punti. Tra i titoli del listino milanese, crollano i titoli delle banche, con Unicredit che cede il 4,17%, Intesa Sanpaolo il 4,6%, Mps il 4,7%, Mediobanca il 3,8%.

Intanto lo spread fra Btp e Bund tedeschi apre stabile in deciso rialzo a quota 356 punti, con il rendimento del decennale al 4,81%. Anche le altre principali Borse europee aprono le contrattazioni all'insegna dei ribassi, nonostante la chiusura praticamente piatta fatta segnare questa mattina da Tokyo con il Nikkei a +0,07%. Fra le piazze finanziarie, Parigi segna un -0,27%, Francoforte cede lo 0,31% mentre Londra arretra dello 0,10%




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.