Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledý, 24 maggio 2017

Tenta di uccidere l'ex convivente, arrestato

Catania, non si rassegnava alla fine della relazione e per questo il 44enne ha provato ad ammazzarla in tutti i modi: dandole fuoco con l'alcol e gettando l'asciugacapelli elettrico nella vasca da bagno

CATANIA - Non si rassegnava alla fine della loro relazione sentimentale e per questo motivo avrebbe più volte aggredito la ex convivente, che avrebbe anche tentato di uccidere sia gettando un asciugacapelli collegato alla corrente elettrica nella vasca da bagno dov'era la donna sia cospargendole il corpo di alcol e tentando di darle fuoco.

Per questo motivo i carabinieri hanno arrestato a Trecastagni, in provincia di Catania, un uomo di 44 anni di Gela, Luigi Tandurella. L'uomo è accusato di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, atti persecutori e tentativo di omicidio. A denunciarlo è stata la vittima. I militari hanno eseguito un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal gip di Catania. L'arrestato è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza a Catania.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.