Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 26 febbraio 2017

Comune di Catania, 11 progetti per Librino

L'amministrazione ha trasmesso il prospetto degli interventi da finanziare nell'ambito del Piano Città promosso dal ministero: integrazione, riqualificazione di immobili e miglioramento dei trasporti, per un totale di 70 milioni di euro

CATANIA - L'amministrazione comunale di Catania ha trasmesso nei tempi previsti il progetto degli interventi da finanziare nell'ambito del Piano Città promosso dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. La giunta Stancanelli ha esitato ben undici progetti immediatamente cantierabili, per un ammontare di circa 70 milioni di euro, per concorrere al riparto dei fondi sulla base delle proposte che giungeranno da tutta Italia.

Gli interventi sono essenzialmente relativi al quartiere Librino e alla sua integrazione con la città, alla riqualificazione di immobili significativi ricadenti nell'area e al miglioramento sistema di trasporto urbano mediante il sistema del "Bus rapid transit", assolutamente innovativo per la città di Catani, perché utilizza le corsie preferenziali protette per i bus di linea urbani.

"Le candidature dei progetti ai fondi nazionali e comunitari - ha spiegato il sindaco Raffaele Stancanelli - si fondono sul presupposto che Catania ottiene contributi di città con meno di 300.000 abitanti e deve però quotidianamente fornire servizi per circa 700.000 cittadini, quelli che invece quotidianamente la vivono".

"La scelta di posizionare l'intervento su Librino, il quartiere più densamente abitato, è il punto decisivo per stabilizzare una impostazione metropolitana di 'città nella città', visto che dopo la sua realizzazione negli anni '70 e '80 è quello che è clamorosamente mancato. Siamo infatti convinti - ha concluso Stancanelli - che si possa generare una riqualificazione del quartiere di Librino, una zona che, utilizzando sinergicamente opportunità convergenti - penso anche al nuovo stadio e al nuovo centro direzionale - può divenire motore di uno sviluppo policentrico più armonico e sostenibile della Catania del nuovo secolo che stiamo costruendo".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.