Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 26 settembre 2017

Termovalorizzatori e polemiche
"Accordo Musumeci-Micciché"

Crocetta accusa: "La realizzazione degli impianti era la condizione per candidare il leader di Grande Sud. Musumeci sarà vincolato dal Pdl, Romano e Firrarello garanti". La replica: "Pronti alle querele"

PALERMO - L'europarlamentare del Pd Rosario Crocetta, candidato alla presidenza della Regione siciliana, annuncia di avere le prove dell'accordo stretto nel centrodestra per ripescare il progetto dei quattro termovalorizzatori per il trattamento dei rifiuti, voluto dalla giunta regionale di Salvatore Cuffaro e accantonato dal suo successore Raffaele Lombardo. Prove che Crocetta promette di rivelare domenica prossima a Palermo, in coincidenza con l'apertura ufficiale della sua campagna elettorale.

Secondo Crocetta, il leader di Grande Sud e candidato alla presidenza Gianfranco Miccichè, "nel corso di un incontro, pubblicato da un sito internet, cui daremo pubblicità a tempo debito, afferma che la sua candidatura sarebbe stata accettata dalla destra perchè garante con Saverio Romano (Pid) e Pino Firarello (Pdl) della realizzazione di quattro termovalorizzatori bloccati da Lombardo. Dopo qualche giorno da quelle dichiarazioni Miccichè strinse l'alleanza con Nello Musumeci", esponente de La Destra e candidato di Pdl e Pid, al quale l'europarlamentare chiede "se sia a conoscenza o meno di questo accordo che, in ogni caso, lederebbe la sua autonomia".

Ma poco dopo le sue dichiarazioni, i due rivali minacciano querela, eventualità che non impensierisce il candidato di Pd, Udc, Api e Psi: "Querelino pure - dice Crocetta - così ci divertiamo un pò, perchè portare in tribunale questa storia farà bene a tutti".

"Spero - replica Musumeci - che la campagna elettorale non si invelenisca con annunci spot temerari e diffamanti. Crocetta chiarisca subito cosa intendesse su supposte intese sui termovalorizzatori che mi riguarderebbero, altrimenti sarà costretto a fare i nomi alla Procura della Repubblica presso la quale lo quereleremo. E noi le querele non le minacciamo. Le presentiamo". Gli fa eco Miccichè: "È iniziata - afferma - la fiera delle falsità. Crocetta si rassegni: nel mio programma non sono previsti termovalorizzatori".

A sostegno di Crocetta scende in campo il capogruppo del Pd all'Assemblea siciliana, Antonello Cracolici, che ha avversato i progetti: "I termovalorizzatori - osserva - in Sicilia non dovevano servire a smaltire i rifiuti ma a mettere insieme un grumo di potere affaristico, clientelare e mafioso".

Di tutt'altro tenore le parole di Rudy Maira, capogruppo del Pid all'Ars: "Crocetta promette di non fare più sesso se eletto, ma intanto fa abuso di onanismo mentale".




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.