Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedý, 19 gennaio 2017

Pubblicato: 06/08/2012

Rabbia e disagi dei viaggiatori


FIUMICINO - Ancora slittamenti d'orario all'aeroporto di Fiumicino, con ritardi che in alcuni casi arrivano a toccare le 7 ore, per i voli della WindJet diretti a Catania e Palermo. Con il passare del tempo, cresce anche la rabbia e l'impazienza da parte dei passeggeri, per lo più siciliani che rientrano a casa per le ferie d'agosto ma anche turisti molti dei quali con bambini piccoli al seguito, alle prese con le difficoltà in cui si trova la compagnia siciliana che, se non riuscirà a trovare un accordo con Alitalia entro mercoledì, rischia lo stop dei suoi aerei da parte dell'Enac.

"Ci  danno informazioni discordanti e quelle che ci forniscono - dice Ilaria Aureli, milanese - non sono per nulla rassicuranti visto che ci dicono che si potrebbe partire anche all'una di notte o forse domani. A me è arrivata una comunicazione da parte della compagnia due giorni fa con la quale venivo informata che il mio volo delle 17.40 per Catania sarebbe invece partito alle 19.25. Ora sono qui in aeroporto e l'orario è già slittato alle 21. Da quello che vedo, rinvii d'orario si stanno registrando anche per voli successivi al nostro. Questa situazione permane già da molto tempo. Per quanto mi riguarda - aggiunge - oltre che con Wind Jet, me la prendo anche con l'Ente che dovrebbe controllare che consente la vendita di voli prenotabili via internet ad una compagnia che non è in grado di garantire un servizio perchè ha problemi di natura societaria".

Tra i passeggeri c'è anche chi dice di aver pagato di più, pur di riuscire a tornare in tempo utile a casa per le vacanze. "Se fossi partito come da orario programmato, avrei avuto la possibilità di trovare all'arrivo a Catania bus per il mio paese. Ora dopo aver pagato anche di più il biglietto - dice sconsolato Claudio Cartellone, di Vittoria, in provincia di Ragusa - partendo in ritardo, sempre che ciò accada, rischio di passare la notte in aeroporto a Catania perchè a quell'ora non ci sono più bus per Vittoria. No, non è giusto - conclude - .
Qui c'è gente che lavora, che si spacca le ossa tutti i giorni per cercare di tornare a casa dalla propria famiglia e questo è poi il risultato".

Ancora più preoccupate due giovani turiste di Fabriano, in provincia di Ancona. "Saremmo dovute partire per Catania alle 20.50 poi  - spiega Chiara Gentili - c'è stato comunicato attraverso un sms che il nostro volo era stato rimandato alle 23.50 ma non è finita qui: un ulteriore messaggio ricevuto oggi pomeriggio in aeroporto ci ha informate della nuova partenza fissata alle 3.50. No, non è possibile. Mi domando per quale motivo dobbiamo passare tutta la notte qui in aeroporto e poi - aggiunge - riusciremo davvero a partire poco prima delle 4 del mattino? Non è del tutto certo. A questo punto non c'è più alcuna certezza".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.