Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 23 maggio 2017

Istanbul, attacco al consolato Usa: 6 morti

Uomini a bordo di un'auto hanno aperto il fuoco, le vittime sono tre terroristi e tre poliziotti turchi. Potrebbe trattarsi di un attentato dei separatisti curdi del Pkk

ISTANBUL - Almeno sei persone sono morte in una sparatoria avvenuta questa mattina davanti al consolato degli Stati Uniti a Istanbul, in Turchia. Le vittime sono tre terroristi e tre poliziotti turchi. L'agenzia di stampa turca Anadolu ha confermato il decesso di tre agenti, ma ha indicato anche che l'auto a bordo della quale si trovavano gli uomini armati è riuscita a fuggire.

Secondo la tv satellitare araba al Jazeera potrebbe essersi trattato di un'azione suicida del Pkk.  L'emittente televisiva privata turca Ntv ha diffuso un bilancio di sei morti, tre terroristi e altrettanti poliziotti turchi deceduti dopo il ricovero in ospedale. Altri agenti sarebbero rimasti feriti e si troverebbero in ospedale, sempre secondo Ntv. 

A quanto si è appreso, la sparatoria sarebbe durata sei-sette minuti e sarebbero rimaste coinvolte anche persone dirette al consolato americano per ottenere il visto. I terroristi erano su un'auto bianca e hanno cominciato a far fuoco per forzare il blocco di sicurezza e dirigersi all'ingresso principale del consolato.

La zona è stata isolata per iniziare le indagini.  Secondo il corrispondente della tv satellitare araba, che ha raccolto i racconti di alcuni testimoni oculari, si è trattato di un'azione sucida. Due uomini sono scesi da una Renault di colore bianco e hanno sparato contro le guardie del consolato che sono rimaste letteralmente sorprese.

Ci sono stati spari anche contro l'edificio, quindi gli attaccanti hanno dato l'impressione di voler fuggire. La macchina si è data alla fuga ed elicotteri stanno dando la caccia all'uomo alla guida. Il corrispondente non ha escluso che si tratti di un'azione dei separatisti curdi del Pkk (Partito dei lavoratori del Kurdistan). Il consolato americano si trova a Istinye, elegante quartiere sul Bosforo; la sede diplomatica è lontana dalle altre sedi diplomatiche proprio per motivi di sicurezza.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.