Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedì, 27 aprile 2017

Pubblicato: 29/04/2012

Meteo: Italia spaccata in due

Sole e caldo al Sud, piogge e temporali nel Nord. In Sicilia bel tempo e scirocco anche per il primo maggio

CATANIA - Falsa partenza per la bella stagione. Mentre ancora oggi ritroveremo temperature simil-estive al Sud e Sicilia complici anche i venti di scirocco, le regioni nordoccidentali, la Sardegna e la Toscana si sono svegliate con la pioggia e i temporali associati alla prima di tre perturbazioni gemelle che divideranno l'Italia da qui al primo Maggio. Lo sottolinea il sito ilmeteo.it, nel precisare che le piogge raggiungeranno il resto del centro e del Nord tra il pomeriggio e la sera, ma saranno fenomeni veloci.

Domani, afferma il meteorologo Antonio Sanò, veri e propri nubifragi interesseranno il Piemonte con neve a quota 1900 metri e altre piogge si porteranno verso il resto del Nord, del centro e della Sardegna. Martedì 1 Maggio la terza perturbazione dividerà l'Italia: piogge e temporali al centro Nord e Sardegna, scirocco e caldo continueranno al Sud in particolare sulla Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia.

In seguito tornerà quasi ovunque il sole, le temperature aumenteranno, ma gli acquazzoni pomeridiani primaverili saranno una costante sulle Alpi, sulle Prealpi, e sui monti in genere, mentre il sole splenderà sulle coste del centrosud fino a domenica prossima.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.