Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedì, 27 aprile 2017

'Tutti insieme contro la crisi
come ai tempi della Liberazione'

Il premier Monti celebra il 25 aprile al museo storico di via Tasso a Roma: "Ringrazio gli italiani per gli enormi sacrifici, ma il rigore è necessario per dare speranze ai giovani"

ROMA - Il presidente del Consiglio Mario Monti ha celebrato l'anniversario del 25 aprile con una visita al Museo storico della liberazione di via Tasso. Di fronte a una "fase certamente difficile da cui non siamo ancora usciti", occorre "ri-generare un'esperienza di liberazione, meno drammatica, certo, di quella che oggi ricordiamo, ma un'esperienza di liberazione da alcuni modi di pensare, modi di vivere ai quali ci eravamo troppo abituati e che impedivano però al Paese di proiettarsi nel futuro, di guardare ai propri giovani".

"Qui -ha ricordato il premier- abbiamo visto sui muri di questo museo, nelle fotografie l'evidenza, l'esperienza drammatica di giovani che hanno contribuito con la loro sofferenza, con la loro iniziativa, con la loro morte, alla liberazione dell'Italia. Oggi, ciò che viene richiesto a ciascuno di noi è meno grave, è meno drammatico, ma richiede la stessa intensità complessiva e corale di impegno e sono sicuro che tutti insieme riusciremo a produrre questo grande sforzo".

Monti ha quindi sottolineato che "gli italiani stanno facendo grandi sacrifici e qui vorrei ringraziarli per il loro sforzo e per il loro impegno per il risanamento del Paese. Uno sforzo che mi auguro sia anche compreso e condiviso dalle forze politiche, economiche e sociali, tutti devono dare il loro contributo. Il rigore che oggi la situazione ci impone porterà gradualmente ad una crescita sostenibile e al lavoro, indispensabile per dare speranza ai giovani".

"Se tutti lavoreremo insieme, così come fecero i nostri padri, dopo le macerie della seconda guerra mondiale, potremo consegnare ai nostri figli un'Italia migliore, più dinamica, più giusta. È questa l'Italia per cui lavoriamo, ha concluso il presidente del Consiglio, sottolineando che il 25 aprile è la festa di liberazione di tutti gli italiani, un pilastro fondamentale insieme al Risorgimento".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.