Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledì, 22 novembre 2017

Maltempo in arrivo, mini ciclone nel weekend

Colpo di coda invernale per i prossimi 10 giorni, piogge e temporali su tutta la penisola. Da venerdì pomeriggio attesi venti fino a 100 km/h e forte scirocco sullo Ionio

ROMA - L'Italia sta per essere investita da una sequenza di perturbazioni della durata complessiva di dieci giorni. Lo annuncia Antonio Sanò, del sito 'ilmeteo.it', che lancia un'allerta: una prima forte perturbazione sta per colpire tutte le regioni con piogge e temporali. Piogge, precisa, sono già in atto suo Piemonte e sulla Liguria dove l'allerta maltempo scatterà nella serata di oggi.

L'apice sarà nelle prime ore di mercoledì quando temporali violenti giungeranno sulla Toscana, sul Lazio e poi sulla Campania, mentre le piogge cadranno copiosissime al nord, soprattutto sulla Lombardia e sul Triveneto, con tanta neve a 800-1000 metri. Piogge anche sulla Sicilia e sul resto del centrosud.

Dopo la pausa di giovedì, che vedrà le temperature risalire fino a 20 gradi sulle regioni tirreniche - rileva Sanò - un mini-ciclone Mediterraneo investirà l'Italia da venerdì 13 pomeriggio con il fulcro in Sardegna. Venti fortissimi, fino a 100 km/h, sono previsti sul canale di Sardegna mentre forte scirocco soffierà su Adriatico e Ionio. La sera fortissimi venti di maestrale.

Il mini-ciclone durerà per tutto il week-end con un notevole carico di piogge, temporali e nevicate anche a 1000 metri sulle Alpi. Maltempo su Sardegna, Sicilia e sul nordovest. Una prima ondata di caldo dal sapore estivo è attesa solo dopo il 20 e proprio per il ponte del 25 Aprile.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.