Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledì, 22 novembre 2017

Orlando si presenta in tutte le lingue del mondo

Gli avevano ricordato di aver detto "ve lo debbo dire in aramaico che non mi candido?", oggi il portavoce di Idv ha aperto la campagna elettorale annunciando la sua corsa alla poltrona di sindaco di Palermo anche in greco antico e in arabo

PALERMO - Leoluca Orlando, candidato sindaco a Palermo con il sostegno di Idv, Rifondazione Comunista e Verdi, ha aperto la sua campagna elettorale in un cine teatro Golden a Palermo, gremito di persone. Il portavoce nazionale di Idv ha annunciato la sua candidatura dicendo "Mi candido a sindaco per il bene di Palermo", ripetendo questa frase in una decina di lingue tra cui il greco antico, il giapponese e l'arabo.

Una scelta quella di esprimersi in diverse lingue per replicare a chi dopo l'annuncio di scendere in campo per le prossime amministrative del 6 e 7 maggio gli aveva ricordato di aver detto "ve lo debbo dire in aramaico che non mi candido?". Alla fine Orlando ha aggiunto scherzando in dialetto palermitano "se non fosse chiaro sugnu candidato".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.