Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 23 settembre 2017

Pubblicato: 27/03/2012

Miccichè: "In corsa per la Regione"


PALERMO - Il leader di Grande Sud, Gianfranco Miccichè, sceglie un programma comico di intrattenimento in una tv locale siciliana, per annunciare la sua candidatura al ruolo di successore di Raffaele Lombardo al vertice della Regione Sicilia.

Nel corso della registrazione di "Casa Minutella", che andrà in onda domani su Tele Sud, Miccichè dice: "Ho proposto io l'apertura al Pdl per Massimo Costa perchè ritengo sia necessario tornare a lavorare insieme per costruire quella alleanza tra moderati che in passato, quando vi era la sinergia tra sindaco e governo nazionale, ha saputo ben governare la città".

"Tranne qualche uscita iniziale che non mi è piaciuta ma che addebito al peccato di inesperienza - aggiunge l'esponente del movimento arancione - credo che Costa abbia davvero tutte le doti necessarie per essere un problem solver. E sono contento che l'abbia detto in inglese perchè segno che stiamo investendo su un giovane che saprà avere anche ottime relazioni internazionali".

"Ma se qualcuno pensa che abbia barattato la candidatura a governatore con l'appoggio a Costa si sbaglia di grosso. Non mi faccio promettere più niente da nessuno. Mi candiderò comunque alla presidenza della Regione. Ho ricette importanti per la Sicilia, sono assolutamente certo che otterremo risultati di non poco conto".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.