Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 18 novembre 2017

Camper sotto la neve, salvati due turisti sull'Etna

Due trentenni di Mazara del Vallo erano rimasti bloccati nel piazzale del Rifugio Sapienza. Avevano finito le scorte di cibo

NICOLOSI (CATANIA) - Due turisti trentenni di Mazara del Vallo (Trapani) rimasti bloccati con il loro camper a causa della neve sull'Etna, nel piazzale del Rifugio Sapienza, a quota 1.900 metri, sono stati salvati dagli uomini del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico (Cnsas).

I due turisti, che erano arrivati sull'Etna venerdì scorso, sono stati soccorsi da due volontari della stazione di Nicolosi che, partendo dal bivio di Piano Vetore e con una attrezzatura da scialpinismo, hanno raggiunto il rifugio, ancora isolato a causa della neve, ormai arrivata a due metri e mezzo di altezza. I due sono stati trovati in buone condizioni di salute.

Avevano finito le scorte di viveri e hanno chiesto aiuto per scendere a valle. Saliti sugli snowboard dei volontari del Cnsas, i due turisti sono stati scortati con gli sci fino a Piano Vetore e poi accompagnati con un fuoristrada a Nicolosi.

Il camper invece è rimasto sepolto sotto la neve. Già domenica scorsa gli uomini del Cnsas avevano raggiunto con gli sci il Rifugio Sapienza per accertarsi che non vi fossero situazioni di pericolo. Nella zona vi erano solamente alcuni dipendenti del rifugio, il gestore di un locale e il camper dei due turisti, che avevano deciso di aspettare che la strada fosse liberata dalla neve.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.