Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledý, 27 luglio 2016

Ars, ddl per investimenti nel piccolo fotovoltaico

L'idea Ŕ quella di creare un fondo alimentato con gli immobili di proprietÓ della Regione fino a un valore di un milione di euro. Lombardo: "Puntiamo a ridurre i costi di produzione delle imprese agricole siciliane"

PALERMO - L'istituzione di un fondo immobiliare destinato a favorire gli investimenti delle imprese in Sicilia, con priorità a quelli nel settore del piccolo fotovoltaico. Lo prevede un disegno di legge predisposto dal governo regionale. Il fondo sarà alimentato con gli immobili di proprietà della Regione fino a un valore di un milione di euro e sarà gestito dall'Irfis Fin Sicilia, la nuova finanziaria interamente controllata dalla Regione stessa. L'ex istituto di mediocredito regionale fornirà l'assistenza tecnica ai progetti di investimento e alle iniziative di partenariato pubblico - privato.

Il disegno di legge prevede che le garanzie concesse dal fondo istituito con la legge 50 del 1973 per la copertura dei rischi derivanti dai finanziamenti a medio termine alle aziende industriali per il rinnovo o la ristrutturazione degli impianti, siano concesse anche alle imprese agricole per i finanziamenti richiesti per interventi nel settore del piccolo fotovoltaico, in regime di contributo in conto energia, fino a 100 KW per quelle individuali e fino a 1 MW per quelle societarie.

"Con questo disegno di legge - dice il presidente della Regione, Raffaele Lombardo - intendiamo contribuire alla riduzione dei costi di produzione delle imprese agricole siciliane, intervenendo a sostegno degli investimenti per gli impianti di autoproduzione dell'energia elettrica attraverso le fonti rinnovabili e pulite".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.