Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdý, 28 luglio 2017

Pubblicato: 28/06/2008

"Le foci dei fiumi in pessimo stato"

Allarmante analisi di Goletta verde che denuncia una serie di violazioni a livello ambientale nelle province di Palermo e Messina. Migliorata invece la situazione delle acque di balneazione

PALERMO - Buona la prima fotografia scattata dai tecnici di Goletta verde sulle acque di balneazione di Palermo e Messina. Allarmanti, invece, i risultati alle foci dei fiumi, tutte abbondantemente oltre la norma. Sotto accusa i problemi di depurazione nel Palermitano.

La situazione delle acque di balneazione, lungo le coste delle province di Palermo e Messina, è stata presentata questa mattina in conferenza stampa presso il circolo Albaria di Mondello alla presenza di: Rossella Muroni, direttrice generale Legambiente; Mimmo Fontana, presidente Legambiente Sicilia; Giuseppe Messina, portavoce Legambiente Palermo; Giovanni Avanti, presidente Provincia di Palermo; Francesca Grisafi, assessore all'Ambiente del Comune di Palermo.

"Fatta eccezione per le foci dei fiumi, che confermano la tendenza fortemente negativa degli scorsi anni - dice Muroni - la buona qualità delle acque di balneazione nelle province di Palermo e Messina, emersa dalle analisi di Goletta verde, non basta a promuovere le attività e le politiche delle amministrazioni locali.

Il vero problema della costa tirrenica siciliana, non è il mare, ciò che come Legambiente vogliamo denunciare sono tutti i progetti e le realizzazioni che troppo spesso rappresentano pura speculazione privata ai danni del territorio, dell'economia locale e dell'ambiente".




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.