Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 19 agosto 2017

Sole in Sicilia, maltempo nel resto d'Italia

Temperature quasi primaverili a Palermo, con 16 gradi e i turisti seduti nei locali all'aperto. Neve solo a quota 1.200 metri. Il Paese è stretto nella morsa del gelo, trasporti paralizzati

ROMA - L'Italia continua ad essere in queste ore sotto la morsa di neve, vento, gelo e pioggia, ma la Sicilia sembra prendersi beffa del resto del Paese con temperature quasi primaverili.

Dopo le piogge dei giorni scorsi, oggi su gran parte della regione fa capolino il sole, lungo le coste il mare è calmo e il freddo siberiano per i siciliani rimane nei titoli dei giornali e nei servizi tv che mostrano i disagi del maltempo in gran parte del Paese. Le temperature nelle città non scendono sotto i 10 gradi: a Palermo il termometro segna 16 gradi, 14 a Trapani, 13 a Catania, 15 a Siracusa. Tutte le cime sopra i 1.200 metri sono innevate.

Piazza di Mondello, la borgata marinara di Palermo, era affollata davanti a un mare piatto e dai colori maldiviani. In molte città turistiche i locali hanno sistemato i soliti tavolini all'aperto per mangiare una frittura di pesce o gustare un gelato. Le previsioni dicono che domani cadrà pioggia su gran parte della regione ma che le temperature rimarranno costanti con una minima a Enna di 4 gradi  e una massima a Messina e Siracusa di 16 gradi.

Al Nord invece si fa anche la conta dei morti: un pensionato di 76 anni che stava spalando la neve per liberare l'auto a Parma, è deceduto colpito da un malore. In serie condizioni è anche un'altra persona che ha avuto un malore mentre spalava la neve davanti casa nel bolognese.

Sempre nel Bolognese, dopo una sbandata causata dal ghiaccio o da un malore, un'auto è finita dentro ad un bar ed è morto un sessantaquattrenne. E un marinaio, un nostromo filippino, é morto dopo essere caduto in mare da una nave battente bandiera panamense, a dieci miglia dal porto di Ravenna.

Forti le difficoltà del trasporto ferroviario: alcuni treni, a causa del ghiaccio sui binari, hanno registrato ritardi fino a 90 minuti mentre altri sono stati soppressi. Fermo per sette ore un intercity tra Forlì e Cesena con 600 passeggeri-pendolari isolati al freddo. Disagi anche negli aeroporti, voli in ritado e a volte sospesi.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.