Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 21 luglio 2017

Gelo e neve da Nord a Sud
tre morti per il maltempo

A Parma la vittima è un pensionato di 76 anni colpito da un malore. Nel Bolognese un'auto piomba dentro un bar a causa del ghiaccio e uccide un 64enne. A Ravenna, un nostromo filippino ha perso la vita cadendo dalla barca. Intercity bloccato per ore tra Forlì e Cesena con 600 passeggeri isolati al freddo. Danni e disagi in tutte le regioni

ROMA - L'Italia continua ad essere in queste ore sotto la morsa di neve, vento, gelo e pioggia. E, dopo il bambino di un anno, morto ieri sera a Siracusa, oggi il bilancio dei morti si aggrava: un pensionato di 76 anni che stava spalando la neve per liberare l'auto a Parma, è morto colpito da un malore.

In serie condizioni è anche un'altra persona che ha avuto un malore mentre spalava la neve davanti casa nel bolognese. Sempre nel bolognese, dopo una sbandata causata dal ghiaccio o da un malore, un'auto è finita dentro ad un bar ed è morto un sessantaquattrenne. E un marinaio, un nostromo filippino, é morto dopo essere caduto in mare da una nave battente bandiera panamense, a dieci miglia dal porto di Ravenna.

Forti le difficoltà del trasporto ferroviario: alcuni treni, a causa del ghiaccio sui binari, hanno registrato ritardi fino a 90 minuti mentre altri sono stati soppressi. Fermo per ore un intercity tra Forlì e Cesena con 600 passeggeri-pendolari isolati al freddo. L'aeroporto di Bologna è stato chiuso. A causa della neve sono state rinviate le partite Atalanta-Genoa, Bologna-Fiorentina e Siena-Catania.

Il quadro del maltempo nelle regioni

VALLE D'AOSTA
- temperature di diversi gradi sotto lo zero in tutta la Valle d'Aosta, con termometri che hanno registrato anche i -21 gradi, nell'alta valle, a Valgrisenche e a Punta Helbronner (Courmayeur). Ad Aosta questa mattina c'erano - 9 gradi, -11 all'aeroporto regionale.

TRENTINO A.A. - a Brunico, in Alto Adige, un passante è stato travolto da un'impalcatura caduta probabilmente per un colpo di vento. La vittima è un giovane di 26 anni che ha riportato ferite di media gravità. In montagna, in Trentino come in Valle d'Aosta, il pericolo valanghe è marcato.

FRIULI VG - bora molto forte a Trieste, con neve e nevischio. Il vento ha causato lo scoperchiamento di un'ex fabbrica, che ha causato la chiusura del traffico in una zona centrale.

PIEMONTE - nuove nevicate sono attese dalla serata e nella notte a Torino e nel Piemonte. La Cri presso il centro di accoglienza ha aggiunto 50 posti letto. La temperatura più bassa (-30,1 gradi) è stata registrata la scorsa notte sul Monte Rosa. A Torino -7 gradi. Forti i disagi sulla circolazione dei treni. Intanto oggi nessun reparto e nessuna sala operatoria è stata chiusa a causa del gelo all'ospedale Molinette di Torino: la chiusura di alcune sale, è stata "solo un'ipotesi", ha detto la Regione.

VENETO - nevica dalla tarda mattinata su alcune zone della regione, in particolare l'area sud-orientale, da Mestre a Padova e in modo più deciso in Polesine.

LIGURIA - non nevica più ma resta il pericolo gelo. A La Spezia un cinquantenne è rimasto gravemente ferito dopo essere caduto dal tetto della propria abitazione mentre spalava la neve. Disagi nell'aeroporto a causa del forte vento, mentre c'è stato un botta e risposta tra la Regione ed Fs. La prima ha minacciato una denuncia ad Fs per interruzione di pubblico servizio sulla linea La Spezia-Genova, per Fs invece tutte le linee sono operative, anche se registrano allungamenti dei tempi di viaggio tra 15 e 90 minuti.

LOMBARDIA - dalla tarda mattinata ha ripreso a nevicare a Milano. Ovunque si segnala traffico difficoltoso; regolari invece i voli negli aeroporti di Milano Linate, Malpensa e Orio al Serio. Mobilitati 564 uomini e 204 mezzi spargisale. Il gruppo consiliare della Lega Nord ha chiesto oggi al sindaco di Milano di "sospendere il pagamento di Area C".

EMILIA ROMAGNA - Quaranta i centimetri di neve a Bologna, dove, entro domattina, diventeranno 2 mila le tonnellate di sale sparse sulle strade. L'aeroporto rimarrà chiuso fino a domani alle 9. Scuole chiuse da domani fino a sabato.

TOSCANA - la neve è caduta abbondante a Firenze la notte scorsa ma il bilancio tracciato dal Comune oggi è positivo. Ma qualcuno ha fatto il bagno in mare a Livorno.

MARCHE - pioggia lungo la costa, neve nell'entroterra. Molte scuole chiuse. Atteso aumento del freddo nelle prossime ore.

UMBRIA - chiuse domani le scuole a Perugia e in molte altri centri a causa della nevicata che sta interessando la regione. a Difficoltà nella circolazione.

LAZIO - è emergenza neve nell'alta Ciociaria e nella Valle Aniene, in provincia di Roma. La neve è arrivata ai Castelli romani e tra domani e domenica potrebbe fare la sua comparsa anche a Roma.

CAMPANIA - è di 6-7 gradi la temperatura a Napoli; ieri era stata di 9 gradi. Oggi la città è stata battuta dalla pioggia e la neve potrebbe arrivare nelle prossime ore.

MOLISE - disagi in quasi tutta la regione: sulle strade sono in azione senza sosta i mezzi spartineve e spargisale. In molti comuni le scuole domani saranno chiuse.

BASILICATA - neve e le temperature sotto lo zero hanno creato disagi alla circolazione in particolare nelle aree interne, della Val d'Agri e del Lagonegrese, dove i sindaci hanno chiuso le scuole oggi e per domani. Nella città di Potenza nevica a tratti e peggiorerà nel week end.

CALABRIA - dopo la pioggia delle scorse in ore, il maltempo fa registrare freddo intenso e raffiche di vento forte. Neve in Sila e in Aspromonte.

PUGLIA - piogge abbondanti e vento forte su gran parte della Puglia. Il comune di Bari chiede agli ospedali e alle stazioni di lasciare aperte e riscaldate, di notte, le sale d'attesa.

SARDEGNA - in provincia di Nuoro è caduta la neve e si è formato durante la notte il ghiaccio: al lavoro mezzi spazzaneve e spargisale. A Cagliari cielo terso e temperature rigide. La neve potrebbe arrivare al sud fra sabato e domenica.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.