Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 17 gennaio 2017

Catania, rumore su volo Wind Jet
il Codacons chiede un'indagine

L'aereo, diretto a Linate, ha dovuto effettuare un atterraggio d'emergenza a Roma. Ai passeggeri è stato riferito che "il problema era dovuto alla guarnizione della porta"

CATANIA - Il Codacons ha chiesto l'intervento delle autorità per indagare su quanto accaduto ieri a bordo del volo Wind Jet IV 576 Catania-Milano Linate delle 17.55, partito alle 18 dall'aeroporto di Catania, dopo le segnalazioni dei passeggeri che hanno sofferto "paura e angoscia" dopo aver sentito, dopo circa 15-20 minuti dal decollo, "un rumore assordante provenire dalla porta anteriore".

Alle 19.30 l'aeromobile è atterrato a Roma Fiumicino e alle 21.30 i passeggeri sono ripartiti su un altro velivolo per Milano Linate, dove sono atterrati alle 22.20. L'associazione chiede di indagare sulla sicurezza degli aeromobili e chiede che la compagnia "risarcisca i danni da stress e paura ai passeggeri". 

Secondo quanto riferito dai passeggeri all'associazione "dopo un po' di tempo il comandante ha comunicato che il problema era dovuto alla guarnizione della porta e che avrebbe fatto un atterraggio di emergenza su Napoli o su Roma Fiumicino, abbassando l'aereo a una quota di sicurezza e diminuendone la velocità".

"Le hostess - scrive l'associazione - si sono dirette verso la porta per verificare la situazione, ma hanno detto ai passeggeri di non preoccuparsi senza dare ulteriori spiegazioni. Da quanto riferito dagli stessi passeggeri il rumore era tanto assordante che seduti in posti adiacenti gli stessi non riuscivano a comunicare tra loro".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.