Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 24 novembre 2017

Pubblicato: 05/06/2008

Palermo: cassonetti colmi e bruciati


PALERMO - Alcuni cassonetti della spazzatura sono stati incendiati nella notte a Palermo, dove da ieri gli operatori dell'Amia, azienda per la raccolta dei rifiuti, effettuano lo sciopero degli straordinari.

In via Crispi, in via Roma e nei quartieri periferici come il Cep e Ciaculli i residenti hanno dato fuoco ai contenitori e ai cumuli di immondizia, accatastati ai bordi delle strade.

A Ciaculli le fiamme hanno minacciato alcune abitazioni vicine ai cassonetti incendiati, con i vigili del fuoco che sono stati impegnati diverse ore prima di spegnere il rogo.

Per l'Amia (azienda per la raccolta della spazzatura a Palermo) gli incendi di cassonetti, avvenuti nella notte in diverse zone della città, non sono "in alcun caso riferibili a problemi nella raccolta" ma si tratta di "episodi riferibili a meri atti vandalici". In una nota l'Amia precisa che "non ci sono problemi nello svuotamento dei contenitori".

"Infatti, lo sciopero degli operatori - aggiunge l'azienda - riguarda soltanto gli straordinari, e quindi gli interventi di svuotamento giornaliero non subiscono alcun ritardo". Per l'azienda "talvolta capita che i cassonetti vengano dati alle fiamme, ma non sono episodi riferibili a problematiche legate all'azienda, quasi sempre si rivelano come danneggiamenti a opera di piromani".

"L'Amia - conclude la nota - ha contattato i vigili del fuoco e ottenuto la seguente precisazione delle zone interessate da incendi: uno a Termini, uno a Carini e cinque a Palermo, nelle vie Fortunato Fedele, Paruta, Michelangelo, Cassaro Bonanno e in piazza XIII Vittime".




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.